Caratteristiche ZTE Nubia Z9, esagerazione o potenza?

Si è sovente parlato delle caratteristiche ZTE Nubia Z9, il nuovo device orientale pronto ad esser presentato il prossimo Mercoledì 6 Maggio, ma stavolta i rumors occorsi in rete potrebbero non corrispondere al vero. Se da un punto di vista squisitamente estetico pare non esserci più dubbi sulla bontà del design, in ossequio alle corpose foto leaked trapelate nell’ultimo periodo, viceversa l’hardware che vedremo sotto il cofano del dispositivo è ancora avvolto in un alone di mistero. Nel novero delle caratteristiche ZTE Nubia Z9 che potremmo definire come certe, figura quella che l’azienda chiama Fringe Interactive Technology (FIT), ossia la possibilità di sfruttare i bordi del display grazie alle innumerevoli funzioni ad esso collegate, come ad esempio cambiare il volume, la luminosità o passare da un’applicazione all’altra.

Caratteristiche ZTE Nubia Z9

Per il resto, alcune novità interessanti sono emerse nella giornata di oggi, là dove ZTE Nubia Z9 ha ricevuto la certificazione TENAA, più nel dettaglio l’agenzia che può esser assimilabile alla “versione cinese” della FCC. La costumanza del passato ci fa pensare che quando trattasi di notizie del genere, di solito rispecchiano il vero e danno una sorta di antipasto di ciò che vedremo a stretto giro di posta. Ma nel caso delle (impressionanti) caratteristiche ZTE Nubia Z9 emerse dalla certificazione, possiamo senza remora affermare che siamo di fronte a qualche errore di troppo, giacchè se le specifiche che snoccioleremo a brevissimo saranno queste, ebbene il nuovo device di casa ZTE si staglierà sul mercato con l’appellativo di “smartphone più potente al mondo”.

Ma partiamo dalle caratteristiche ZTE Nubia Z9 dal punto di vista meramente estetico. TENAA pone l’accento su uno spessore ridotto (8,9 millimetri) e peso tutto sommato contenuto (180 grammi), nel quale troverà spazio un display da 5.15″ pollici a risoluzione Full HD (1920×1080 pixel). Fin qui, verrebbe da aggiungere, nulla di nuovo sotto il sole. Ma il sussulto che stuzzicherà la fantasia di utenti ed addetti ai lavori arriverà dalle parole che seguono, allorchè la certificazione afferma di una presenza di una CPU Octa-Core con clock a 3,5Ghz (valore assurdo), così come il quantitativo di RAM pari ad 8 gigabyte (e, di conseguenza, spazzando via il record lanciato da Asus Zenfone di 4GB). Praticamente, piuttosto che esser di fronte ad un telefono, sembra fare i conti con un vero e proprio PC.

Con buona probabilità, siamo di fronte alla presenza di meri errori di battitura ed è quindi conseguente ritoccare verso il basso le caratteristiche ZTE Nubia Z9 focalizzando l’attenzione su una frequenza del processore a 2.5Ghz ed un valore di RAM pronto ad oscillare tra i 3 ed i 4 gigabyte. Il flagship di casa ZTE offrirà altresì un supporto Dual-SIM e sarà corroborato da un comparto multimediale di buona fattura, in virtù della presenza di una fotocamera frontale di 8 megapixel e di una posteriore da 16 megapixel; infine batteria da 3000 mAh. Insomma, valori divergenti e contrastanti che giocoforza lasciano ancora aperta la finestra a nuovi rumors dell’ultima ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *