Ecco i test Xiaomi Mi4i prima del lancio

Abbiamo già avuto modo di parlare di Xiaomi Mi4i, l’ultima fatica del brand cinese che si propone di offrire uno smartphone dalle buone specifiche tecniche (sebbene Xiaomi stessa parli di “dispositivo di punta”) ad un costo meno esoso rispetto ai componenti. Oggi focalizziamo l’attenzione sui test Xiaomi Mi4i, per capire a cosa è sottoposto il device prima della sua immissione sul mercato. Ad accorrere in tal senso è un video appositamente realizzato, che mette in risalto alcune prove cui lo smartphone deve far fronte, come ad esempio la caduta, la pressione, vibrazione e shock termico. Insomma, un mix esplosivo che certifica – nel caso di riscontro positivo dei test Xiaomi Mi4i – la perfetta durabilità del sopramenzionato device.

Test Xiaomi Mi4i

 

Tra l’altro, sebbene il dispositivo non abbia la certificazione alla resistenza in acqua, sembra che Xiaomi Mi4i possa resister tranquillamente ad un paio di spruzzi, fattispecie dunque utile in caso di pioggia improvvisa o qualche goccio d’acqua accidentamente versato sul dispositivo. Nel video Xiaomi mostra con soddisfazione anche un “test rivestimento anti-grasso”, ossia un particolare trattamento cui la cover posteriore dello smartphone è sottoposto al fine di resistere non soltanto alle impronte digitali, bensì contro pennarelli o comunque qualsiasi tipo di inchiostro.

Insomma, i test Xiaomi Mi4i mostrano come il device possa tranquillamente durare nel tempo, certificando appieno un prodotto di qualità (affermazione suffragata anche dalle specifiche hardware) malgrado il costo relativamente basso. Si parte infatti da una base di 200 dollari per portare a casa il neonato di casa cinese, a fronte di un hardware comunque importante e proposto alla metà del prezzo rispetto ai ben più quotati competitors sul mercato. Si parla infatti di una CPU Octa-Core Qualcomm Snapdragon 615, 2 gigabyte di RAM, fotocamera posteriore da 13 megapixel, il tutto incastonato in un display da 5″ pollici a risoluzione Full-HD e scocca in policarbonato, che renderà l’aspetto del device assai simile a quello di iPhone 5C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *