HTC One E9 Plus al debutto: phablet da 5.5″

Contestualmente al lancio del già chiaccherato One M9+ HTC toglie altresì il velo ad HTC One E9 Plus e controparte E9, al centro dell’attenzione nell’evento stampa consumato nella location di Pechino. I due sopramenzionati devices saranno disponibili in Cina, accrescendo dunque il portfolio di dispositivi a firma HTC relativamente al mercato orientale: oltre al corroborato HTC One M9 ed al nuovo phablet HTC One M9 Plus, sarà dunque disponibile all’acquisto anche la nuova variante di prodotti targata dalla sigla E.

HTC One E9 Plus

Trattasi comunque di phablet, dunque sempre più al centro dell’attenzione da parte del brand Taiwanese, entrambi impreziositi dalla presenza di un pannello da 5.5″ pollici e diversificati da talune caratteristiche tecniche. Relativamente al HTC One E9 Plus, il display farà innanzitutto spazio ad una soluzione in linea ed in voga con le ultime proposte dei devices concorrenti, giacchè si parla del QHD a 1440×2560 pixel. Il processore sarà a firma MediaTek, l’Octa-Core MT6795M (quad-core Cortex-A57 + quad-core Cortex-A53) impreziosito dalla presenza di 3 gigabyte di memoria RAM. Passando al setaccio il comparto multimediale, ci sarà spazio per una doppia fotocamera rispettivamente da 20 megapixel per quanto concerne il lato posteriore e “solita” tecnologia Ultrapixel per la parte frontale, da 4 Ultrapixel; storage a disposizione dell’utente di 16 gigabyte, espandibili tramite apposito slot per accogliere Micro-SD, e batteria da 2800 mAH.

Le differenze tra HTC One E9 Plus e controparte E9 sono comunque marginali. Si abbassa la risoluzione del display, anch’esso da 5.5″ ma di tipo Full-HD (1920×1080 pixel) e, dunque, meno esoso di risorse. “Tagli” in vista anche per quanto concerne la RAM, da 2 gigabyte, e fotocamera posteriore, da 13 megapixel piuttosto che da 20 megapixel: confermati i 4 ultrapixel relativamente al reparto frontale e batteria da 2800 mAh. Vedremo nel corso della giornata di oggi se emergeranno nuove informazioni in merito. Disponibilità, come specificato in apertura, legata al mercato cinese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *