Samsung Galaxy J5 appare su GFXBench

Samsung Galaxy J5 potrebbe esser l’evoluzione, congiuntamente al Galaxy J7, di una linea di smartphone cui il colosso coreano sta focalizzando l’attenzione da qualche tempo a questa parte. In particolare, il primo dei sopracitati device – nome in codice SM-J500F – ha fatto la sua apparizione sul “solito” GFXBench, fattispecie che ci consentirà dunque di trarre una prima ed importante valutazione su tutto ciò che troveremo all’interno del dispositivo.

Samsung Galaxy J5

Dalle informazioni emerse, sembrerebbe che Samsung Galaxy J5 possa esser alimentato – a differenza del top di gamma S6, che monta una soluzione proprietaria a firma Exynos – da un processore Qualcomm, più precisamente lo Snapdragon 410 (Quad-Core da 1.2Ghz Cortex-A53 con GPU Adreno 306), corroborato da un un gigabyte e mezzo di memoria RAM, otto gigabyte di storage (espandibili tramite apposito slot per accogliere MicroSD) e batteria da 2600 mAh. Alcuni dati tecnici consentono altresì di prender atto di quale sarà lo spessore (8.5mm) e peso (149 grammi) del device, che farà spazio ad un display da 5″ pollici a risoluzione HD (1280×720 pixel, tradotto in 294 densità pixel per pollice). Relativamente invece al comparto multimediale, troviamo a bordo una fotocamera posteriore da 12 megapixel (con autofocus, riconoscimento volto, flash ma privo di funzioni HDR) e posteriore da 4.7 megapixel: per entrambe, confermata la possibilità di registrazione video fino ad una risoluzione in Full-HD (1920×1080 pixel).

Samsung Galaxy J5, che presenterà un supporto alla connettività 4G LTE (ma, per contro, sarà privo di NFC, barometro e giroscopio), girerà attorno ad Android Lollipop versione 5.0.1, dunque vestito – relativamente alla TouchWiz – secondo i dettami praticati dal material design. Un dispositivo dunque che andrà a collocarsi nel segmento medio del mercato, in attesa di capire quale saranno le caratteristiche dell’altro smartphone contrassegnato dalla serie J – il Galaxy J7, che potrebbe avere specifiche superiori se Samsung orchestrerà un lavoro simile alla corroborata serie A – e dei prezzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *