Samsung Galaxy S7: L’azienda sta testando i nuovi chipset Exynos

Samsung Galaxy S7: L’azienda sta testando i nuovi chipset Exynos. Agli inizi di aprile è stata diffusa la notizia secondo cui Samsung non ha alcuna intenzione di fare affidamento sui core ARM per stare ai passi con l’evoluzione del processore mobile.

Adesso il colosso tecnologico sta progettando CPU personalizzate, con nome in codice Mongoose, che fanno uso dell’architettura ARMv8.

Samsung-Galaxy-S7-concept-renders-by-Hasan-Kaymak

Secondo alcune indiscrezioni, gli ultimi strumenti di sviluppo per core ARM sono supportati da un nucleo Samsung Exynos M1, conosciuto fino ad ora con il nome in codice Mongoose. Questa dunque è la conferma che Samsung sta lavorando alla creazione di nuove CPU.

I Samsung Galaxy S6 con a bordo Exynos 7420 sono sul mercato da meno di un mese ma Samsung sta già cercando di attuare delle migliorie per i chipeset dei prossimi prodotti mobili di punta. A quanto pare Samsung quindi ha intenzione di incorporare sempre chip Exynos anche nei successori del Galaxy S6.

Samsung Exynos M1 che potrebbe essere montato sul Samsung Galaxy S7 avrebbe velocità di clock massima da 2.3GHz e benchmark preliminari che hanno registrato il 45% in più di prestazioni single-core rispetto all’Exynos 7420 presente nel Galaxy S6. Ciò significa che la nuova CPU potrebbe portare al raddoppio delle prestazioni nel corso di un anno.

Oggi si viene anche a sapere che nel progetto Mongoose sono presenti i più recenti strumenti di sviluppo per core ARM, che includono il supporto per ARM Cortex (A17, A72). La produzione di massa dei chip dovrebbe avviarsi nel giro di 9-12 mesi per far sì che il Samsung Galaxy S7 possa essere introdotto sul mercato come sempre tra marzo e aprile dell’anno prossimo. Non ci resta che attendere per scoprire ulteriori dettagli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *