Google Play modifica la politica sulle età degli utenti

Google Play si dedica alla protezione degli utenti più giovani modificando la sua policy relativa alle età ed alla classificazione delle applicazioni.

Google Play

Verrà, infatti, abbandonato il vecchio sistema di gestione e, invece, l’identificazione delle età più adatte per una data app sarà affidata non agli sviluppatori ma ad un team che, valutando i contenuti, potrà decidere se l’app sia o meno fruibile da parte dei giovanissimi utenti.

Ogni app avrà una identificazione effettuata mediante etichette specifiche e i genitori potranno capire subito se un’app possa essere non adatta ai propri bambini.

Le prime versioni di Google Play ad avere questa innovazione saranno quelle per pc e mobile, mentre per quanto riguarda l’Android Tv si dovrà attendere ancora un po’.

Per valutare l’usufruibilità delle app sarà, quindi, utilizzato un organismo chiamato International Age Rating Coalition che vede al suo interno membri che da decenni si occupano proprio di controllare ciò che i consumatori utilizzano e se tali utilizzi siano o meno adatti.

Quindi, le app che possono contenere nudità, violenza, riferimenti alle scommesse o agli stupefacenti verranno specificamente indicate e sarà, così, possibile evitare di scaricarle da Google Play e di farle utilizzare ai propri figli, ormai veri e propri utenti abituali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *