Il governo cinese dice no all’ Apple Watch

Oramai l’ Apple Watch ha fatto l’intero giro del mondo, conquistando davvero tutti per la sua capacità di custodire, in dimensioni cosi ridotte, una potenza tecnologica infinita. Si è registrato, quindi, un boom nelle vendite: Apple sta vivendo un periodo davvero florido.

Apple Watch

Unico punto nero sembra essere rappresentato dal governo cinese. In questi giorni, infatti, il governo cinese ha emesso un comunicato che vieta categoricamente l’uso di Apple Watch e di ogni tipo di smartwatch per motivi di sicurezza nazionale.

Si teme, infatti, che questi dispositivi, essendo piccoli e indossabili, possano essere usati per monitorare continuamente gli spostamenti dei militari, o addirittura per registrare audio e captare segreti di Stato.

Il governo cinese giustifica cosi la sua decisione: ” L’ uso dei dispositivi indossabili con accesso ad Internet, ad altre informazioni personali, alle funzioni vocali di chiamata e alla posizione corrente non rispettano le norme di sicurezza imposte dal governo.”

Un no che a tratti sembra esagerato e spropositato; alcuni addirittura sorridono. Ma per Apple questo no è un no pesante da digerire, da accettare. Un no che apre nuovi scenari, e la paura che questo no a fini di sicurezza possa estendersi un pò a macchia d’olio in tutto il mondo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *