Meizu MX4 Ubuntu Edition ora disponibile

Meizu MX4 Ubuntu Edition ora disponibile! Finalmente disponibile questo interessante prodotto con Ubuntu OS; per tutto l’anno scorso, chi ha effettuato il test benchmark AnTuTu dal proprio cellulare Android ha dovuto vedere il Meizu MX4 avere la quotazione superiore e, ora, una versione del telefono con Ubuntu OS è disponibile.

L’Ubuntu OS non utilizza alcun pulsante sotto lo schermo; scendendo dall’alto verso il basso mostra le notifiche e le impostazioni, mentre dal basso verso l’alto mostra il menu delle applicazioni. Da sinistra a destra porta la lista delle applicazioni e se ci si spostano da destra a sinistra mostra un elenco dei programmi aperti. Il Meizu MX4 Ubuntu Edition consente di installare applicazioni solo dall’Ubuntu Store.

Meizu MX4 Ubuntu Edition ora disponibile

Ubuntu, sino ad oggi si era fatto conoscere per la distribuzione Linux per PC, ma l’azienda ha voluto ampliare il suo raggio d’azione, portandosi sui dispositivi mobili. Inoltre, Ubuntu OS non è in modalità dual boot con android o con la Flyme Os, ma sarà un vero e prorpio OS stand-alone, con tutte le sue caratteristiche e le sue peculiarità.

Il dispositivo ormai si conosce benissimo, chi vuole può anche vedere qui la nostra RECENSIONE DEL MODELLO ANDROID! Per chi si fosse perso le caratteristiche, ecco un breve riepilogo: display da 5.36″ con risoluzione 1152 x 1920 pixel, processore octa core di MediaTek, 2GB di RAM, fotocamera posteriore da 20.7 Mpx e batteria da 3100mAh. Caratteristiche che sono le stesse del modello Android anche su questo Meizu Mx4 Ubuntu Edition, dove l’Ubuntu OS, grazie a tale scheda tecnica, gira in maniera perfetta, potete vederlo in azione a fine articolo nella nostra preview realizzata direttamente da Barcellona al MWC 2015.

Disponibile in bianco o in oro, il Meizu MX4 Ubuntu Edition è disponibile al prezzo di $ 290 USD / 250€ QUI sul sito Web di Meizu.

2 commenti

RSS Feed
  1. 1cr

    interessante… OS completo… carente l’hardware, nel 2015 potrebbero anche dare di più per l’usabilità professionale.
    Manca il pennino, manca la batteria maggiorata da 10000mAh removibile come/tipo zerolemon e magari un pannellino fotovoltaico amorfo sul dorso che gira attorno alla camera… e un po di applicazioni domotiche… per il resto dovendo scegliere è meno peggio di tanto altro…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *