Android 5.1.1 su Galaxy Note 4: iniziano i primi test

Android 5.1.1 su Galaxy Note 4: iniziano i primi test. L’ultimissima versione di Lollipop inizia ad essere messa alla prova sull’ultimo smartphone Samsung. Scoprine di più su MobileOs.it

android-lollipop

 

La nuovissima versione di Android 5.1.1 ha iniziato ad essere testata nel corso delle ultime ore sul Galaxy Note 4. Dopo un’enormità di tempo necessaria affinché la Samsung decidesse di creare all’interno del suo nuovissimo phablet una versione per Lollipop, sembra che l’azienda abbia dato lo sprint per l’ultimissima versione del sistema operativo.

La notizia è stata confermata qualche ora fa, il che ci dà da pensare che sarà necessario ancora un bel po di tempo prima di poter installare Android 5.1.1 sul Galaxy Note 4, ma i presupposti per ottenere il tutto in tempi non necessariamente lunghi ci sono tutti.

Alcune recenti voci di corridoio avrebbero affermato come la versione di Android 5.1.1 sarà disponibile già a partire dalla fin di giugno per gli smartphone Samsung Galaxy S6 e S6 Edge. Il che ci conferma per l’ennesima volta la necessità di tempistiche decisamente più celeri per l’aggiornamento del sistema operativo per gli smartphone rispetto a quelle per i phablet.

I rumors avrebbero inoltre che, grazie all’upload del sistema operativo adAndroid 5.1.1 sul Galaxy Note 4, dovrebbe arrivare anche la nuova personalizzazione delle TouchWiz per il device Samsung. Non solo: le ultimissime indiscrezioni avrebbero annunciato che il produttore di smartphone avrebbe iniziato a testare anche una versione firmware a 64 bit per il device su cui è stato installato il processore Exynos.

Alcune screenshot della built che circolano in rete avrebbero messo in mostra i risultati del benchmark eseguito con AnTuTu, una tra le app più famose che ha il compito di testare le corrette funzionalità del sistema operativo installato all’interno dei device.

Riuscirà questa ultima versione di Lollipop Android 5.1.1 a sistemare i bug di sistema attuali?

fonte: Phonearena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *