Sostenibilità: catena di distribuzione sempre più “green” per Huawei

E’ Huawei ad essere una delle compagnie maggiormente attente al problema delle emissioni di gas inquinanti. A stabilirlo è il Sustainable Report 2014 che ha sottolineato come la compagnia cinese sia da anni impegnata in un progetto di sostenibilità che prevede il coinvolgimento anche dei fornitori.

Sono stati venti i fornitori di Huawei che nel corso dell’anno appena trascorso si sono impegnati in progetti che prevedono un abbattimento delle emissioni di gas inquinanti dell’atmosfera e di forte risparmio energetico.

Ma i gas serra e il risparmio energetico non sono gli unici fronti nel quale la compagnia della Repubblica Popolare Cinese è direttamente impegnata. Un sistema di riciclaggio spinto ha permesso all’azienda di riutilizzare una quantità di bel il 98% dei rifiuti prodotti nel corso di un anno di attività.

Si chiama Green Recycling ed è il programma di sostenibilità che prevede il recupero dei vecchi smartphone. Anche l’eco design è ben presente nel modus operandi di Huawei. Basti pensare, infatti, che il nuovo Honor 6 Plus risulta essere il primo smartphone mai prodotto realizzato con Product Water Footprint Verification Statement realizzato da una compagni europea specializzata nel campo dell’eco design. Fino ad ora Huawei è stata la prima compagnia di telefonia mobile al mondo a sposare questo progetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *