Kodak IM5 disponibile all’acquisto nei Paesi Bassi

Presentato lo scorso Gennaio in occasione del CES 2015 di Las Vegas, Kodak IM5 è il primo smartphone al mondo dell’ex-colosso americano conosciuto ai più nell’ambito della fotografia. Trattasi di un device (frutto di una patnership con il produttore Bullitt Group) Dual-SIM da 5″ pollici (HD, 1280×720 pixel) con a bordo Android KitKat (presumibilmente aggiornabile a Lollipop), pensato e studiato per l’utenza “old-generation”, dunque avanti con l’età e non perfettamente affine con le nuove e sempre più complesse tecnologie. Le specifiche tecniche non sono di fascia alta – giacchè il quantitativo di RAM è pari ad 1 gigabyte (il processore è un MediaTek octa-core con frequenza di clock ad 1.7Ghz) mentre lo storage a disposizione dell’utente di 8 gigabyte, espandibile sino a 32 gigabyte in virtù dell’implementazione di uno slot per microSD – ma quel che balza all’occhio è naturalmente il comparto multimediale.

Kodak IM5

Kodak IM5 offrirà infatti una fotocamera da 13 megapixel dotata di autofocus e flash LED (quella frontale da 5 megapixel), impreziosita dalla presenza di una applicazione interamente studiata da Kodak per permettere di catturare in modo semplici le immagini e rendere il processo di produzione snello ed avaro di difficoltà, grazie alla possibilità di editing, condivisione e stampa della foto catturata. Inizialmente, Kodak IM5 sarebbe dovuto giungere sul mercato entro il mese di Marzo, ma complici alcuni rinvii la data di rilascio sembra sia stata aggiornata a Giugno. In effetti, lo smartphone a firma Kodak è adesso disponibile all’acquisto nei Paesi Bassi, là dove viene proposto ad una cifra corrispondente di 315 dollari (280 euro) se comperato “cash”, oppure in via gratuita legandosi ad un contratto con un operatore telefonico.

Kodak IM5 non è ancora disponibile in Regno Unito, e bisognerà ancora attendere per capire una sua commercializzazione anche in Italia. A Gennaio, Kodak ha affermato che il proprio smartphone avrebbe abbracciato una diffusione globale, dunque estesa a più mercati. E’ questione di tempo, prima di poter mettere le mani su un prodotto interessante che potrebbe dar lustro a Kodak.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *