Niente GPU Samsung per 5 anni: avanti con ARM Mali

L’intesa pluriennale siglata ieri, Martedì 16 Giugno, tra Samsung ed ARM sancisce ufficialmente la speranza di poter vedere GPU Samsung all’interno dei devices che andranno a rimpinguare nei prossimi anni il portfolio del colosso coreano. L’accordo di licenza a lungo termine consentirà a Samsung di poter mettere le mani e fruire delle prossime unità grafiche di ARM: nello specifico, il contratto suggellato ieri estenderà il diritto di utilizzo delle prossime Mali T-820, T-830, T-860, oltre che della serie T880.

GPU Samsung

Un passo importante per l’azienda coreana, giacchè la strada verso l’adozione di GPU Samsung sembra ancora esser poco praticabile allo stato attuale, fattispecie in antitesi relativamente ai processori, là dove gli Exynos stanno prendendo sempre più piede e dando lustro al brand. In particolare, l’ultima CPU (Exynos 7420, la prima a processo produttivo a 14nm) equipaggiata sui nuovi Galaxy S6 Flat ed EDGE si è dimostrata abbastanza solida nelle prestazioni e capace di “allungare” sui rivali Qualcomm, il cui ultimo chipset (Snapdragon 810) non ha raccolto i giusti frutti, complici alcuni problemi di surriscaldamento.

L’azienda coreana è comunque al lavoro già a partire dal 2011 nello sviluppo di GPU Samsung, allorchè la divisione System LSI di Samsung Electronics ha focalizzato l’attenzione sulla produzione di unità grafiche e, rumors degli scorsi mesi, avrebbero puntato nel 2015 come anno di un possibile debutto di schede grafiche a firma Samsung. Evidentemente, la fase di progettazione non sarebbe così avanzata da permettere di poter compere, nel breve termine, con la ben più quotata Adreno di Qualcomm. L’accordo siglato ieri è dunque una logica conseguenza, con buona pace di chi sperava di poter vedere a stretto giro di posta nuove GPU Samsung pronte ad esser implementate sui devices.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *