Samsung Galaxy A8 riceve certificazione FCC

Abbiamo sovente parlato del probabile Samsung Galaxy A8, ultimo esponente della nuova linea denominata “A” ed inaugurata agli albori del 2015 dal colosso coreano con gli attuali modelli A3, A5 ed A7. A rimpinguare ulteriormente le voci circa un debutto a stretto giro di posta è la redazione di Sammobile, la quale informa che il detto device ha ricevuto in queste ore la certificazione accordata dall’organo statunitense FCC. Un passaggio obbligato, che precede giocoforza l’approdo sul mercato (oramai sempre più vicino) di Samsung Galaxy A8.

Samsung Galaxy A8

L’ultimo device appartenente alla famiglia “A” è stato spesso oggetto di indiscrezioni (impreziosite da foto leaked), e la certificazione FCC non fa altro che sovrapporsi e confermare quanto chiaccherato in precedenza. Viene nello specifico confermato il corredo di connettività standard cui lo smartphone sarà dotato (dual-band Wi-Fi e LTE), mentre ciò che dovrebbe concretarsi sotto il cofano è stato svelato dall’organo cinese TENAA (corrispondente alla FCC), dunque notizie di “prima mano” e che in pratica dovrebbero accogliere i crismi dell’ufficiosità.

Samsung Galaxy A8 (le cui dimensioni saranno di 157.7×76.7×5.9 mm) dovrebbe metter in mostra un display Super AMOLED da 5.7″ pollici a risoluzione Full-HD (in luogo dei 5.5″ di Galaxy A7), batteria da 3.050 mAh, 2 gigabyte di memoria RAM corroborati dal chipset Qualcomm Snapdragon 615 (octa-core a 64 bit con tecnologia semiconduttiva a 28nm e frequenza di clock pari ad 1.7Ghz) e scheda grafica Adreno 405. Lo storage a disposizione dell’utente sarà pari a 16 gigabyte mentre la fotocamera principale offrirà un quantitativo di megapixel pari a 16 mpx (quella anteriore invece 5 megapixel).

Samsung Galaxy A8 sarà dotato di un lettore d’impronte digitali ed accoglierà a bordo Android Lollipop 5.0. La particolarità estetica del device è quella di esser impreziosito da una scocca in metallo e spessore di appena 5.9 millimetri, in ossequio ad una attenzione (vedasi iPhone 6 ma anche Samsung Galaxy S6 Flat ed EDGE) che alcuni produttori stanno dedicando su tal fronte. Un puzzle che va dunque a comporsi e propagarsi in modo sempre maggiore, in attesa dell’ufficialità sorretta da prezzi e data di rilascio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *