Al via il progetto degli smartphone rimarginabili

In un futuro non troppo lontano rompere uno smartphone non potrebbe rappresentare un problema. Un nuovo progetto in via di sviluppo dall’Università di Bristol prevede la realizzazione di un materiale innovativo in grado di ricomporsi a seguito di una lesione. Lo studio dell’istituto inglese ha il preciso obbiettivo di dotare di questo composto sia gli smartphone che le ali di aeroplano che si potranno rimarginare ad ogni tipo di rottura, proprio come la nostra pelle. Gli smartphone rimarginabili potrebbero essere quindi realtà tra circa cinque anni, quando si prevede che lo studio sia in grado di trovare la sua applicazione nei device del futuro.

smartphone rimarginabili

E’ la presenza di alcuni elementi chimici a base di carbonio a favorire il processo di rigenerazione della superficie device. L’innovazione degli smartphone rimarginabili consiste in uno speciale liquido che fuoriesce non appena viene a crearsi una lesione. La sostanza è formata da migliaia di micro sfere riparanti che si vanno a collocare nell’area della rottura portando alla rimarginazione completa della lesione.

La tecnologia degli smartphone rimarginabili si ispira al funzionamento del corpo umano che è in grado di ricostruire piccole parti mancanti. Inutile dire che un’invenzione del genere fa gola a tante compagnie pronte ad accaparrarsi un’innovazione in grado di rappresentare  una vera marcia in più rispetto alla concorrenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *