HTC: 259 milioni di perdita nel secondo trimestre

Ancora in profondo rosso i risultati di HTC. La nuova politica commerciale annunciata dai vertici dell’azienda non ha portato i risultati sperati ed il secondo trimestre è stato caratterizzato da dati davvero deludenti. Una situazione già ampiamente conosciuta dagli azionisti che avevano discusso delle condizioni della compagnia nel corso di un’assemblea dei soci alcune settimane fa.

HTC Desire T7

Ma le nuove politiche economiche dovrebbero portare a ben altri scenari verso la fine dell’anno in corso, periodo durante il quale la compagnia taiwanese dovrebbe imboccare una strada completamente diversa. E’ il design l’elemento sul quale dovrebbe basarsi l’operazione di rilancio di HTC. Non certo di secondo piano sarà il top di gamma che l’azienda dovrebbe presentare nel corso del 2016.

Un modello dall’aspetto profondamente diverso rispetto ai precedenti e con funzionalità molto più all’avanguardia. Non saranno trascurati aspetti di fondamentale importanza come il prezzo dei device in vendita che dovranno essere per forza notevolmente abbassati e ad altri interventi per quanto riguarda la politica aziendale che interesserà più campi di sviluppo. Uno di questi è la realtà virtuale, settore nel quale HTC punta a lanciare prodotti all’avanguardia. HTC Vive è, ad esempio,  un visore in grado di offrire sensazioni davvero realistiche; un prodotto di sicuro spessore che prova come la compagnia taiwanese abbia tutte le carte in regole per risollevarsi dalla situazione attuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *