Licenziamenti Qualcomm all’orizzonte: in 4.000 rischiano il posto

Rimbalzano in rete alcune notizie circa gli imminenti licenziamenti Qualcomm che coinvolgerebbero pressapoco 4.000 dipendenti, cifra cui dovrà aggiungersi l’allontanamento dei dipendenti azionato già allo spirare dell’anno trascorso (600 i lavori globalmente allontanati, di cui 300 circoscritti al territorio californiano). Sintomi di una flessione, quindi, palesatasi ed alimentatasi in questo 2015 dopo lo scarso successo del nuovo octa-core a 64bit Snapdragon 810, che ha mietuto diverse vittime afflitte da oramai arcinoti problemi di surriscaldamento (sebbene alcune, come OnePlus, potrebbero giocare d’anticipo effettuando un downclock delle frequenze del chipset pur di attenuare l’eccessiva propagazione del calore). Ad alimentare i “guai” di Qualcomm è la doppia indagine avviata dal corpo antitrust in Europa, cui si affianca il versamento di 975 milioni di dollari alla Cina per la medesima ragione.

Licenziamenti Qualcomm

I licenziamenti Qualcomm rappresenterebbero quindi la logica conseguenza di una operazione di ristrutturazione e riorganizzazione al fine di tagliare i costi, operazione spesso e volentieri avallata dalle aziende nel caso in cui dovessero fronteggiare periodi di crisi. I problemi legati allo Snapdragon 810 hanno inoltre influito nella perdita di uno dei partner più importanti del brand: Samsung, che ha deciso di “operare in proprio” mettendo in mostra il nuovo Exynos 7420 (il primo con tecnologia semiconduttrice a 14nm) implementato sui nuovi Galaxy S6 Flat ed EDGE. Senza dimenticare, tra le altre cose, la concorrenza sempre più valida e pressante, MediaTek in testa.

Qualcomm vive principalmente sul rilascio di licenze di brevetto e diritti di autore, considerando il fatturato di 32 miliardi di dollari e corrisposto da nessuna perdita. La situazione dunque non è ancora preoccupante, e Qualcomm potrebbe ovviare al problema, malgrado le pressioni degli analisti, attraverso una semplice ristrutturazione, puntando poi tutto sul nuovo Snapdragon 820. in debutto sui nuovi top di gamma di questo fine 2015. Basterà?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *