Profili Facebook: Germania chiede il diritto al nickname

I Profili Facebook sono stati oggetto, negli ultimi mesi, di un importante giro di vite da parte dell’azienda che gestisce il social. Gli utenti sono stati obbligati ad indicare il proprio vero nome, in luogo dei precedenti nickname.

Profili Facebook

Ma la Germania sembra non essere così d’accordo, e l’Autorità per la protezione dei dati personali di Amburgo ha indicato come Facebook non abbia il diritto di cambiare unilateralmente il nome dei propri iscritti, né di obbligarli ad eliminare il proprio nickname indicando il vero nome.

L’ordine proveniente dalla Germania è scaturito a seguito di alcune precedenti controversie che hanno coinvolto Facebook e, ad esempio, a giugno hanno visto l’azienda giungere davanti ai giudici per aver registrato con una certa sistematicità le attività dei propri utenti.

E Amburgo si è interessata ai Profili Facebook dopo che una donna si è proprio rivolta all’Autorità per la richiesta, avanzata dal social, di modificare il proprio nome. L’utente, infatti, ha indicato come non volesse registrarsi con il suo vero nome per non rendere pubblica a livello lavorativo la propria vita privata.

Questa manovra sarebbe stata vista come una violazione della privacy della donna. Ma Facebook ha indicato come le proprie politiche non vadano contro la legge sulla privacy, anzi come i Profili Facebook così costruiti siano in grado di proteggere gli utenti ed evitare che i loro diritti vengano violati da persone la cui identità non è nota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *