Servizi non richiesti; rischio maxi multa per gli operatori

Pessime notizie per Vodafone, Wind, Tim ed H3G le compagnia telefoniche che avrebbero applicato dei servizi non richiesti all’utenza e per questo sono finite nel mirino dell’Antitrust. Lo spettro si chiama procedimento di inottemperanza e potrebbe portare a multe salatissime per gli operatori telefonici. A finire nel mirino dell’autorità sono i servizi premium che sono stato applicati all’utenza con un aggravio di costo.

antitrust5 definitivo

A comunicare la notizia è stata la stessa Antitrust che ha aggiunto come le compagnia telefoniche siano già state sanzionate lo scorso mese di gennaio in seguito a condotte di mercato non proprio trasparenti e giudicate eccessivamente aggressive. Ma successivamente le segnalazioni dei consumatori all’ente hanno sottolineato come i comportamenti non corretti siano continuati imperterriti ancora per lungo tempo.

Ora l’Antitrust ha quattro mesi di tempo per terminare il procedimenti di istruttoria e decidere quali provvedimenti saranno adottati per l’applicazione dei servizi non richiesti da parte di Vodafone, Tim, Wind ed H3G. Il tutto potrebbe risolversi, come detto, con una maxi sanzione pecuniariaL’applicazione di servizi non richiesti rimane una pratica particolarmente odiosa ed allo stesso tempo molto diffusa da parte delle compagnie telefoniche che scalano il credito degli utenti senza nessun tipo di autorizzazione da parte dei consumatori. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *