Switch l’app che si definisce il Tinder per il lavoro

Esistono ormai molti metodi per trovare lavoro, uno di questi è costituito dalle app. E sembra che ne stiano nascendo sempre di più, con la vocazione di mettere in comunicazione datori di lavoro e lavoratori. Una di queste è Switch, l’app che si autodefinisce come il Tinder per la ricerca di lavoro.

Switch

 

Utilizzando Switch potrete creare il vostro profilo e condividere il vostro curriculum. A quel punto, la piattaforma creerà un profilo di default completamente anonimo e che mostra solo alcune informazioni relative all’utente. Obiettivo è quello di mostrare le competenze del candidato senza consentire alle aziende di fare ulteriori ricerche su di esso.

L’app consente, poi, dei contatti tra l’azienda e il candidato non solo tramite applicazione, ma anche via email.

In aggiunta, l’utente che stia cercando lavoro otterrà giornalmente delle proposte per i lavori che potrebbero interessargli, sino ad un massimo di 21, basate sulle aziende che operano nel suo campo, sulle sue competenze e anche sul salario che vorrebbe poter percepire.

Switch sembrerebbe una ventata di aria fresca nel panorama dei siti e delle app che consentono la ricerca del lavoro e, alle aziende, di individuare un possibile candidato papabile per una posizione. Speriamo che arrivi presto anche in Italia e che le aziende inizino ad utilizzarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *