Fotocamera Motorola Moto X Play messa alla prova in alcuni scatti

Il comparto multimediale è stato finora l’unica nota stonata degli smartphone a firma Motorola, che promette migliorie a partire dalla nuova generazione di dispositivi presentata lo scorso 28 Luglio. Di conseguenza, la fotocamera Motorola Moto X Play – unitamente a Moto X Style, giacchè condividono il medesimo sensore –  dovrebbe dunque assicurare un deciso salto generazionale in tal senso, a conferma di un lavoro in profondità orchestrato anche sul medio-gamma Moto G 2015, che per inciso accoglie lo stesso (buon) comparto multimediale di Nexus 6.

Fotocamera Motorola Moto X Play

Dotata di un sensore Sony IMX 230 da 21 megapixel con apertura focale f /2.0, la fotocamera Motorola Moto X Play è stata di recente oggetto di analisi da parte della redazione di The Verge, che ha immortalato diversi scatti in attesa di abbozzare la recensione finale del prodotto. Immagini alla mano, il miglioramento su tal fronte sembra piuttosto tangibile, come confermato dal noto DxOMark che ha giudicato positivamente il nuovo comparto multimediale di Moto X Style, tanto da piazzarlo al secondo posto (in concomitanza con Note 4) nella speciale graduatoria dominata da Galaxy S6.

La fotocamera Motorola Moto X Play, ad ogni modo, presenterà elementi di differenziazione rispetto al top di gamma del brand rilevato da Lenovo e caratterizzato dalla dicitura “Style”: un segno evidente di discontinuità tra i due comparti multimediali – che condividono il medesimo sensore a firma Sony – è legato al diverso processore dei due smartphone, considerato che lo Snapdragon 808 (equipaggiato su Moto X Style) offrirà funzionalità e capacità aggiuntive rispetto allo Snapdragon 615 (presente su Moto X Play). Intanto si sta rapidamente diffondendo in rete la notizia secondo cui Motorola Moto X Play non avrebbe il sensore giroscopio, indiscrezione confermata tra l’altro da alcuni report contenuti su XDA. Ad ogni modo, in calce trovate il link alla fonte (Redazione di The Verge) contenente la sequela di immagini test.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *