Apple A9 VS Apple A8: GeekBench premia in modo netto la nuova CPU

Apple A9 VS Apple A8, una sfida a suon di benchmark tra il nuovo e vecchio processore impiegati sui più recenti dispositivi mobile realizzati dal colosso di Cupertino. Anche quest’anno iPhone fa spazio ad un nuovo socket, accompagnato da una sostanziale rivisitazione hardware (3D Touch, 2 gigabyte di memoria RAM LPDDR4, fotocamere da 12 e 5 megapixel) delle componentistiche salienti poste sotto il cofano dello smartphone; tanta carne al fuoco insomma, all’insegna dello slogan “E’ cambiata solo una cosa. Tutto” coniato da Apple per i proprio dispositivo di punta, in attesa di poter toccare concretamente con mano l’esperienza d’uso e le performance “balistiche” di iPhone 6S e 6S Plus.

Apple A9 VS Apple A8

Come spesso avviene in occasione dei keynote, Apple ha promesso miglioramenti tangibili per quanto riguarda riguarda il processore di nuova generazione. L’Apple A9 viene etichettato come il chip più evoluto posto dentro uno smartphone, capace di migliorare le prestazioni fino al 70% lato CPU ed al 90% lato GPU rispetto ai modelli di generazione precedente. Insomma, Apple A9 VS Apple A8, processore quest’ultimo impiegato su iPhone 6, iPhone 6 Plus oltre che sul più recente – quasi snobbato, verrebbe da dire – iPad Mini 4, dovrebbe essere una sfida dal verdetto scontato e all’insegna del nuovo che avanza.

Effettivamente è così, dal momento che GeekBench, famosa piattaforma misuratrice di benchmark, ha premiato in modo netto il più recente dual-core a 64bit con clock ad 1.8Ghz realizzato da Samsung con processo FinFET 14 nanometri. Il punteggio realizzato è impressionante, allorché si spazia da un 2522 realizzato in single-core da iPhone 6S e 6S Plus, fino ad un dato di 4423 relativamente al comparto multi-core. Dati concreti, che evidenziano non soltanto un salto generazionale importante rispetto ad Apple A8 (fermo a 1605 in single-core) ma anche performance di rilievo se commisurate con l’altra CPU più prestante presente sul mercato: l’Exynos 7420, battuto in single-core (punteggio di 1316) ma non in multi-core.

Apple A9 VS Apple A8 vede dunque il primo migliorare del 54% circa le capacità in multi-core. Le premesse di Apple, snocciolate attraverso parole roboanti che campeggiano sul proprio sito ufficiale, sembrano quindi commisurarsi alla realtà. Sebbene conti l’esperienza d’uso in luogo dei benchmark, è indubbio che la nuova CPU di Apple, accoppiata ai 2 gigabyte di memoria RAM, restituirà ottimi riscontri nell’utilizzo quotidiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *