Benchmark Qualcomm Snapdragon 820 V3 battono 810 ed Exynos 7420

I benchmark Qualcomm Snapdragon 820 V3 fanno trasparire ottimi riscontri in termini di performance e mera “forza bruta” dopo i non proprio brillanti risultati orchestrati dall’attuale top di gamma in commercio (nonché indiziato principe ad alimentare uno dei due Nexus in debutto domani, Martedì 29 Settembre), lo Snapdragon 810, spesso reo di problemi di riscaldamento. La dicitura “V3”, posta qualche riga addietro, non è casuale, dal momento che rappresenta un affinamento hardware apparso di recente in alcune indiscrezioni aventi ad oggetto il nuovo Samsung Galaxy S7 (che dovrebbe esser equipaggiato proprio dallo Snapdragon 820, in luogo della soluzione proprietaria Exynos attuata sull’attuale flagship coreano).

benchmark qualcomm snapdragon 820 v3

Il lavoro svolto alacremente dall’azienda americana dovrebbe dunque portare netti passi in avanti rispetto alle prime bozze ed a riprova di ciò possono appunto evidenziarsi i più recenti benchmark Qualcomm Snapdragon 820 V3 registrati su AnTuTu: lo score registrato a fine Giugno dalla prima rivisitazione hardware del nuovo socket di Qualcomm viene infatti doppiato dalla terza versione, capace di raggiungere un punteggio pari a ben 2.032 in single-core (contro i 1732) e 5.910 relativamente al reparto multi-core; proprio in quest’ultimo settore traspare un salto in avanti rispetto ai risultati dello scorso Giugno, là dove lo Snapdragon 820 era riuscito grossomodo ad eguagliare (ma non a superare) il principale competitor Exynos 7420 in virtù di un punteggio di 4970.

Il 2016 dovrebbe insomma esser un anno importante per i nuovi processori, pronti a mostrare ancora i muscoli e le proprie performance balistiche. In tal senso, i benchmark Qualcomm Snapdragon 820 V3 riescono a raggiungere lo score registrato dalla CPU di Huawei, Kirin 950, meno prestante in single-core (1.909) ma ancora imbattuta sul campo multi-core (ben 6.096 è infatti il punteggio). Le premesse sembrano esserci tutte, sperando che stavolta vi siano accorgimenti tangibili relativamente alla gestione del calore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *