Fotocamera Huawei Nexus 6P, ultimi dettagli appaiono in rete

Che la fotocamera Huawei Nexus 6P rappresenti concretamente un punto di svolta per la gamma dei dispositivi a firma Google? Le premesse, indiscrezioni alla mano, sembrano esserci tutte, unitamente ad un corredo software rinnovato ed affinato in virtù delle implementazioni che la terza versione di Google Camera porterà in dote (slow motion, HDR+ automatico, rilevamento lente sporca, su tutti). Questa volta potrebbe dunque esser quella buona, dopo i discreti (ma non entusiasmanti) riscontri con Nexus 5 di LG e l’appena “pensionato” Nexus 6 di Motorola, che avrebbero dovuto rappresentare, secondo il Google-pensiero, quel deciso passo in avanti per un segmento multimediale finora piuttosto precario per la gamma Nexus.

Fotocamera Huawei Nexus 6P

L’immagine di cui sopra, trapelata nei giorni scorsi, sembra pubblicizzare in modo marcato la nuova fotocamera Huawei Nexus 6P, oggetto in queste ore di nuovi e più completi dettagli offerti dalla redazione di Android Police, la stessa che ha pubblicato in rete questa ed altre slide probabilmente destinate come strumento di promozione ed informazione. Il sensore principale equipaggiato sul primo Nexus di Huawei sarà infatti di 12.3 megapixel (la dimensione di quest’ultimi sarà di 1.55 micron, più grandi degli attuali Galaxy S6 e iPhone 6S, “fermo” quest’ultimo a 1,22µ) con apertura focale f / 2.0. Qualcuno potrebbe storcere il naso relativamente alla risoluzione della fotocamera, sebbene pixel più grandi permetteranno di catturare più luce e, di conseguenza, esser più efficace in condizioni di scarsa illuminazione (proprio come ribadito nell’immagine di cui sopra).

Il comparto multimediale frontale sarà invece da otto megapixel con pixel di 1.4μ, senza che però siano apparsi ulteriori dettagli in merito. La fotocamera Huawei Nexus 6P sembra dunque promettere bene lato hardware, in attesa di capire quali saranno le performance in tal senso del fratello minore Nexus 5X realizzato da LG – le indiscrezioni trapelate finora insistono su un sensore da 13 megapixel (da valutare ancora le caratteristiche tecniche) dotato di stabilizzatore ottico d’immagine e messa a fuoco laser. Ad ogni modo, appuntamento a domani ore 17:00, là dove avrà luogo la conferenza stampa di presentazione dei due nuovi smartphone, pronti ad inaugurare ufficialmente Android Marshmallow 6.0 e, chissà, un reparto multimediale di prim’ordine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *