LG Nexus 5X, le caratteristiche salienti del nuovo smartphone di Google

LG Nexus 5X rappresenta il terzo smartphone realizzato dall’azienda coreana per Google, sulla scorta degli apprezzati Nexus 4 e, soprattutto, Nexus 5 (2013), dal quale mutua parte del nome oltre che talune caratterizzazioni estetiche. Il colosso di Mountain View lo ha definito, in corso di presentazione ufficiale, come il Nexus compatto, che strizza l’occhio a chi è in cerca di uno smartphone leggero e portatile, senza tuttavia rinunciare a componentistiche hardware di buon livello.

A due anni di distanza, torna dunque sotto altro nome il Nexus probabilmente più amato di sempre, con qualche compromesso da accettare (mancanza di espansione di memoria, assenza di stabilizzatore ottico d’immagine e ricarica wireless) ma comunque pronto a metter sopra il tavolo l’esperienza stock di Google, unita alla promessa di costanti aggiornamenti per due anni.  LG Nexus 5X porta con sé diverse caratteristiche salienti, almeno nove nel caso volessimo riassumerle:

lg nexus 5x

DISPLAY DA 5.2″ POLLICI A RISOLUZIONE FULL-HD CON PROTEZIONE GORILLA GLASS 3

Proprio lo schermo rappresenta forse la discriminante indiziata, accanto al processore, a rilevare le maggiori differenze con il fratello maggiore Nexus 6P di Huawei: rispetto al precedente modello realizzato dall’azienda coreana nel lontano 2013, LG Nexus 5X mantiene immutata la medesima definizione (1080p) innalzando tuttavia l’ampiezza del pannello, adesso da 5.2″ pollici in luogo dei 5″ (o 4.95″, nel caso volessimo esser più precisi) di Nexus 5 (2013). Ne deriva una densità di pixel per pollice minore (423ppi), così come una protezione del vetro (Corning Gorilla Glass 3) rispetto al top di gamma Nexus 6P.

NOW ON TAP E MIGLIOR GESTIONE DELLA BATTERIA

LG Nexus 5X avrà a bordo nativamente il nuovo Android Marsmallow 6.0, che promette passi in avanti per quel che riguarda l’autonomia in stand-by grazie alla nuova funzionalità denominata “Doze“. Nel corso della conferenza stampa di ieri, Google ha promesso un incremento della durata della batteria pari al 30% in più rispetto al vecchio Nexus 5 (2013) con a bordo Android Lollipop. Altra peculiarità del nuovo software è rappresentata dalla modalità “Now on Tap“, una ricerca contestuale che Google può adesso eseguire all’interno di qualsiasi applicazione.

TRE COLORAZIONI

LG Nexus 5X sarà commercializzato in tre diverse colorazioni: carbone, quarzo e ghiaccio. Tonalità fresche, pronte ad adattarsi a tutti i gusti e ad essere in perfetta simbiosi con il nero posto nella parte frontale dello smartphone, elemento quest’ultimo affine a partire dal vecchio Nexus 5 (2013).

PROCESSORE QUALCOMM SNAPDRAGON 808 A 64BIT E DUE GIGABYTE DI MEMORIA RAM

Lato hardware, LG Nexus 5X farà spazio ad un processore exa-core a firma Qualcomm (Snapdragon 808 a 64bit, con frequenza di clock pari ad 1.8Ghz), accoppiato alla scheda grafica Adreno 418 ed a due gigabyte di memoria RAM di tipo LPDDR3. Un ritocco verso il basso rispetto al top di gamma Nexus 6P, che implementa invece il socket attualmente più evoluto (in attesa dello Snapdragon 820) dell’azienda statunitense.

LETTORE DI IMPRONTE DIGITALI

LG Nexus 5X è il primo dei due nuovi Nexus ad utilizzare un lettore d’impronte digitali, inaugurato da Google contestualmente al lancio di Android Pay. Le prime impressioni sono positive: benché si collochi sul posteriore, la velocità di sblocco del dispositivo sembra essere abbastanza veloce ed immediata.

SPEAKER SINGOLO FRONTALE

Altro elemento di differenziazione rispetto a Nexus 6P. Il nuovo smartphone di LG realizzato per Google avrà soltanto uno speaker, posto frontalmente, a differenza della controparte di Huawei che farà invece spazio ad un doppio altoparlante stereo, una soluzione di continuità dopo l’introduzione in tal senso sul vecchio Nexus 6 di Motorola.

NUOVE FOTOCAMERE

LG Nexus 5X sarà, congiuntamente a Nexus 6P, il miglior smartphone di Google per quanto concerne il reparto fotografico. Entrambi condividono infatti il medesimo sensore, realizzato da Sony e caratterizzato da una dimensione di pixel pari ad 1.55 micron. Manca lo stabilizzatore ottico, ma l’apertura focale f / 2.0 e pixel più grandi garantiranno ottimi scatti anche in condizioni di poca luce. Relativamente al reparto frontale, la fotocamera implementata è invece di 8 megapixel.

MESSA A FUOCO LASER, BURST MODE E DOPPIO CLICK PER AVVIARE LA FOTOCAMERA

Una caratteristica che abbiamo già intravisto con ottimi risultati su LG G3 e LG G4 e che adesso sarà presente anche sul nuovo Nexus realizzato dal brand coreano. La messa a fuoco laser garantirà scatti veloci e, più in generale, andrà ad impreziosire ulteriormente il già corposo reparto multimediale dei nuovi Nexus. La modalità burst mode permetterà invece di creare scatti divertenti in formato GIF, mentre un doppio click sul tasto home ci darà modo di avviare rapidamente la fotocamera. Proprio come accade sugli ultimi Galaxy di Samsung.

USB TYPE-C

USB Type-C è il futuro, ed Android Marshmallow supporterà nativamente il nuovo ingresso 3.1, che promette maggior celerità nei tempi di caricamento oltre che una reversibilità del cavo. LG Nexus 5X e Huawei Nexus 6P vanno dunque ad affiancare OnePlus 2 in tal senso.

Le caratteristiche del nuovo smartphone Nexus di LG sono dunque state sviscerate a grandi linee. Unica nota negativa è rappresentata probabilmente dai prezzi che, specie in Europa, hanno fatto storcere il naso ai più. Siete pronti ad acquistare LG Nexus 5X?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *