Appetiti natalizi, attese su iPhone 7 e Apple analizzati da Gene Munster

L’analista Gene Munster ha pubblicato alcune considerazione sulla forma e le funzionalità del futuro iPhone 7, l’esperto ipotezza l’assenza del tasto Home e l’ingrandimento dello schermo in lunghezza.

L’iPhone 7 è atteso per il 2016, quindi non manca molto in termini di mercato ad una presentazione seppure ufficiosa e almeno ad un primo segnale di inizio produzione dei componenti. Il noto analista di Piper Jaffray ha analizzato le aspettative di Apple per l’iPhone 7, il nuovo modello deve sostenere l’enorme crescita finanziaria e commerciale raggiunta con l’iPhone 6 e variante, i diversi dispositivi prodotti in particolare l’Apple Watch.

iPhone 7

Il trimestre natalizio si avvicina e questo è il momento decisivo per Apple e altri colossi tecnologici per la vendita dei propri prodotti e del nuovissimo iPhone 6s e proprio sull’aspettativa della clientela e quindi sull’appetibilità commerciale si basa l’analisi di Gene Munster. Il nuovo iPhone 7, l’anno prossimo, si dovrà differenziare per forza dai precedenti senza perdere la tradizione e la forma costruttiva seppur evoluta della generazione iPhone e deve accompagnarsi alla crescita con i diversi prodotti nuovi come l’iPad Pro e l’iPhone 6S Plus, ma in particolare l’Apple Tv.

A livello di caratteristiche Munster ipotizza l’eliminazione del tasto Home a vantaggio dell’introduzione del 3D Touch, viene tosto un elemento storico di qualsiasi smartphone a vantaggio di un’innovazione ed evoluzione che è il fulcro del successo 2015 di Apple, la funzione sblocco Touch ID e 3D Touch. La clientela cerca uno smartphone che sia funzionale, accattivante ma resistente ed efficiente. Processori e batterie sono al centro delle attenzioni costruttive, così come è stata migliorata la durata della batteria e la velocità di elaborazione del MacBook così deve aumentare la capacità dell’iPhone e forse per questo che sparisce il tasto Home con tutti i sensori collegati. Batteria e processori riusciranno ad essere più grandi nonostante la presenza dei sensori Touch? Questa secondo Gene Munster è la sfida commerciale di Apple e ipotizza anche la protezione display in vetro zaffiro per l’iPhone 7, un elemento di lusso che si aspettava per la sesta generazione di melafonini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *