Brevetti Apple: l’azienda perde la causa per i suoi processori

Che un’azienda come la Apple non sia estranea a vedersela in tribunale con i propri concorrenti è abbastanza noto, ma ora sembra aver perso una delle cause che erano state intentate contro di essa. Si tratta di un processo relativo ai Brevetti Apple sui processori A7, A8 e A8X presenti all’interno degli smartphone della casa produttrice.

Brevetti Apple

In particolare, la causa è stata intentata dalla Wisconsin Alumni Research Foundation e riguarda proprio la violazione di alcuni brevetti riferiti a tali processori, che invece di avere dei Brevetti Apple sarebbero stati sottoposti a brevetti propri della Fondazione sopra citata.

Più di un anno dopo l’inizio della causa, la giuria ha dichiarato l’azienda come colpevole delle accuse a lei rivolte, sentenza che potrebbe costare alla Apple circa 682 milioni di dollari per i danni causati alla controparte.

Questa causa riferita ai Brevetti Apple potrebbe essere una delle tante, ma è anche vero che l’azienda non ha mai dovuto affrontare un procedimento che sarebbe in grado di danneggiarla in modo così profondo, essendo i processori il cuore dei telefoni da essa prodotti.

L’azienda si è difesa indicando come i brevetti stessi siano invalidi da parte dell’università, chiedendo che il caso fosse riesaminato, ma, appunto, il tutto si è concluso negativamente per la Apple.

 

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *