Google Books è legale, lo dicono le corti USA

Google Books non violerebbe alcuna legge del copyright rendendo disponibili i propri contenuti digitali a tutti gli utenti del mondo. Questo è quanto è stato determinato dalle corti di diversi stati degli Stati Uniti, dopo una battaglia legale che è durata davvero moltissimi anni.

Google Books

Erano stati proprio gli autori di molti testi messi a disposizione all’interno di Google Books a mettere la “pulce nell’orecchio” dei giudici indicando la possibilità che tali documenti digitali non fossero del tutto legali.

E così, ad esempio, il secondo circuito delle corti d’Appello di Manhattan ha specificato come non ci sia alcun problema legale riferito al servizio offerto da Google Books.

Infatti, l’elemento fondamentale dei libri presenti nel database dell’azienda è costituito dalla minima porzione che viene mostrata agli utenti che effettuino una ricerca relativa ai documenti digitali. Tra le altre cose, molti di questi libri sono, ormai, senza copyright, in quanto sono stati scritti molti decenni orsono.

La causa ebbe inizio nel lontano 2005 e vide alcuni autori richiedere la protezione dei propri diritti alle diverse corti americane. I giudici, pur coscienti che alcuni libri avrebbero potuto perdere un po’ di mercato grazie al servizio di Google Books, non hanno comunque ritenuto illegale il servizio offerto alla comunità di utenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *