Google in Russia dovrà adeguarsi alle leggi sulla concorrenza

Tempi difficili per la sussistenza di Google in Russia. Dopo che l’azienda è stata dichiarata colpevole dell’abuso della propria posizione di mercato dominante all’interno del territorio russo, ora le sono stati imposti alcuni necessari cambiamenti alla propria politica.

Google in Russia

In particolare, non si tratta del solo Google in Russia, ma anche di tutti i suoi partner commerciali. Se, infatti, qualcuno voglia vendere un cellulare che contenga il Play Store di Google, e ovviamente l’accesso alla maggior parte delle app di Android, sarà necessario, per rispettare le leggi russe, che vengano incluse anche alcune applicazioni non native di Google.

Google avrà un solo mese per applicare i cambiamenti previsti dalla legislazione russa.

Tutto questo porterà sicuramente a delle difficoltà per Google in Russia ma, invece, potrà portare indubbi vantaggi per il competitor diretto dell’azienda americana: la russa Yandex, che ha anche dato il via alla prima causa contro la sua concorrente, proprio per la violazione delle normative russe.

Per il momento Google non ha ancora risposto ufficialmente alle richieste, almeno non pubblicamente, ma ci si potrà aspettare un passo in avanti verso la giusta direzione, più che altro allo scopo di non perdere terreno all’interno di un mercato così promettente come quello russo.

 

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *