iPhone distrutti da un lottatore!

Protagonisti di questa curiosa news sono 2 iPhone distrutti dal noto lottatore di arti marziali Luke Rockhold. Per la precisione stiamo parlando di un Apple iPhone 6s ed un 6s Plus, ci verrebbe da dire “gli iPhone più distrutti di sempre”…iphone distrutti

Ma torniamo indietro di qualche passo: tutto inizia quando la nota compagnia attiva nel settore dell’estensione della garanzia Square Trade chiede al campione di arti marziali miste Luke Rockhold di dare una “lezione di vita” ai 2 prodotti di casa Apple. Se vi starete chiedendo il motivo, è semplice: l’obiettivo era valutare se la qualità costruttiva e dei materiali degli iPhone distrutti fosse stata migliorata nel corso del tempo da parte della casa di Cupertino.
E sì, è quanto di più non scientifico sia mai esistito sulla faccia della Terra.

Tanto per iniziare, i 2 iPhone distrutti sono stati vittime del “Rockhold Roundhouse Kick Test“, una sessione di calci rotanti in stile Chuck Norris in cui Rockhold ha lanciato, con un calcio appunto, iPhone 6s e 6s Plus contro un muro, con una potenza probabilmente neanche immaginabile. Ovviamente non hanno avuto scampo e, a tal proposito, il lottatore ha così commentato: “…sono più duri, ma non così duri“.
Il secondo test a cui gli iPhone distrutti si sono dovuti cimentare è stato chiamato “Rockhold Submission Bend Test” che, come suggerito dal nome, è consistito in un tentativo (ben riuscito) di piegare iPhone 6s e 6s Plus a mani nude, e ripetiamo, a mani nude. In pochi secondi Rockhold è riuscito letteralmente a devastare i due dispositivi, non senza qualche difficoltà, va detto. A detta del lottatore stesso, infatti, la lega d’alluminio 7000 è più resistente e difficile da piegare di quello che ci si potesse aspettare.

Insomma, considerando che pochi lascerebbero devastare il proprio iPhone da un lottatore di arti marziali miste, direi che possiamo stare tranquilli, almeno sui materiali utilizzati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *