L’applicazione Google Traduttore sarà più efficace con Android Marshmallow 6.0

L’era di Android Marshmallow 6.0 è appena iniziata e gradualmente le principali applicazioni disegnate ad-hoc per il robottino verde stanno via via aggiornandosi alla nuova release di Google. Tra queste, Google Traduttore, una applicazione in costante crescita e che, a conti fatti, permetterà di esser più efficace e più potente grazie alla versione numero sei di Android. Non soltanto traduzione di testi scritti, caratteristica pregnante sin dalla prima diffusione, ma anche ascoltare parole in riproduzione ed utilizzare la fotocamera dello smartphone per tradurre in tempo reale un dato testo di stampa.

Google Traduttore

Il consolidamento di Google Traduttore per Android è dunque scandito attraverso queste funzionalità, adesso arricchite dal colosso di Mountain View in modo più profondo ed in grado di armonizzarsi ancor più efficacemente con Android. I benefici di Marshmallow 6.0 permetteranno infatti alla detta applicazione di poter essere utilizzata in qualunque altro tipo di applicativo che si è soliti utilizzare, quali ad esempio client e-mail, documenti office, programmi di messaggistica e qualsiasi altra applicazione che metterà in risalto un determinato testo.

Con l’attuale release, il passaggio di traduzione di una parola o di una frase è meccanico e non manuale: bisogna infatti selezionare il campo di testo, aprire l’applicazione Google Traduttore, selezionare la lingua nella quale la frase/parola/testo dovrà esser tradotta ed ecco giungere al risultato sperato. Il prossimo aggiornamento, annunciato da Google in queste ore, renderà tutto più immediato, allorché tramite un menù di selezione posto all’interno della applicazione (es: WhatsApp) potremo effettuare una traduzione istantanea e celere.

Più che spiegarlo a parole, l’efficacia del nuovo Google Traduttore può esser “ammirata” spulciando alla screenshot collocata nella fonte di cui sotto. Vi è però un requisito fondamentale per poter far funzionare in modo armonico il tutto: il dispositivo dovrà aver installato Android Marshmallow 6.0, caratteristica dunque basilare per estendere il raggio d’azione e l’efficacia dell’applicativo di Google.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *