Microsoft, nuova riduzione posti di lavoro: colpirà il settore legale e finanziario

Sono ufficiali i nuovi dati dell’operazione riduzione posti di lavoro in attuazione a Microsoft,  lo riferisce il New York Time che aveva pubblicato in precedenza il report formalizzato nel mese di luglio. La riduzione dei posti di lavoro all’interno prevede un taglio dell’organico che interessa 1000 dipendenti più 7800 unità. I licenziamenti sono distribuiti in più aree e nazioni spiega Microsoft perché rispecchiano gli adattamenti alle esigenze dell’attività.

Mary Jo Foley delinea meglio i dipendenti colpiti dal taglio posti di lavoro, i licenziamenti di questa settimana riguardano il settore legale e finanziario. Sono usciti in questi giorni i risultati finanziari del primo trimestre fiscale 2016 ma gli esperti riferiscono che i nuovi tagli strutturali non sono legati ai nuovi numeri ma ad una strategia di riassetto annunciata da tempo e legata allo sviluppo dei nuovi progetti collegati alla crescita di Windows 10.

Microsoft-Shares-Drop-3-Percent-after-Ford-CEO-Denies-Move-to-Redmond-406771-2

Nel frattempo, il report dei risultati finanziari ci da una prima panoramica di come Microsoft sta procedendo. Rispetto al 30 settembre dello scorso anno, il fatturato è stato pari a 20.4 miliardi di dollari, in calo è del 12% mentre l’utile si è attestato sui 5.8 miliardi di dollari, in calo dell’1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’utile netto, da ultimo, è stato pari a 4.6 miliardi di dollari, con un incremento del 2% su base annua. A livello finanziario, Microsoft ha registrato in questi giorni un leggero rialzo nelle azioni perché c’è fiducia in Stya Nadella e nel suo progetto di crescita aziendale e societaria.

Fonte: ZDNET

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *