Ricarica Wireless Nexus 5X e 6P: ecco perché è assente

La mancanza della ricarica wireless Nexus 5X e 6P ha fatto discutere ai più, unitamente ad alcuni compromessi in termini di hardware che avrebbero potuto e dovuto essere colmati, specie se consideriamo il prezzo di vendita dei due nuovi smartphone a firma Google in Europa. I vertici di coloro i quali sono dediti alla progettazione di Android non hanno comunque perso troppo tempo, abbozzando in occasione della seduta AMA (Ask Me Anything) su Reddit alcune giustificazioni, spesso e volentieri forzate ma che, invero, ci permettono di desumere le strategie prossime del colosso di Mountain View.

ricarica wireless nexus 5x e nexus 6p

Hiroshi Lockheimer, colui che supervisiona il progetto Android, ha ribadito che la mancanza della ricarica wireless Nexus 5X e 6P è legata al nuovo standard USB Type-C (sul quale effettueremo tra qualche riga un discorso più specifico): il phablet di Huawei avrà tempi di ricarica molto veloci (lo stesso Lockheimer parla di 97 minuti per ricaricare completamente la batteria da 3.450mAh dall’1% al 100%), indi per cui lasciare sotto carica la batteria anche per un lasso di tempo esiguo, come 10 minuti, garantirà allo smartphone 7 ore di “vita” (ritrattate a 4 ore per Nexus 5X). In un contesto così congegnato, c’è anche da considerare la caratteristica intrinseca del nuovo connettore USB Type-C, ossia quello di esser reversibile, e questa peculiarità elimina di conseguenza il fastidio dei consumatori nell’utilizzare i vecchi cavi micro-USB.

Proprio sul connettore inaugurato, tra le altre cose, da OnePlus 2, il team di Android ha specificato che lo slot implementato sui nuovi smartphone di Google “viaggia” alle frequenze 2.0 e non a quelle 3.1, decisamente più prestanti. In soldoni, così come occorso su OnePlus 2, la porta d’ingresso è una normale USB 2.0, con tutte quelle che sono le relative capacità di scrittura e lettura, seppur dotata del non trascurabile pregio di esser reversibile. Altra motivazione imputata alla mancanza della ricarica wireless Nexus 5X e 6P è da ricercare nello spessore dei due smartphone, rispettivamente di 7.3mm e 7.9mm: l’essere così sottili e leggeri, secondo il Google-pensiero, è un fattore importante, anche più di una mera presenza del modulo di ricarica wireless.

Tante forzature dunque, corrisposte anche ad altri fattori (su tutti, assenza di uno stabilizzatore ottico e, soprattutto, di prezzi fuori dal comune per quanto riguarda l’Europa). Ma tant’è, la sostanza non cambia, e la ricarica wireless Nexus 5X e 6P non s’ha da fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *