Vendite smartphone Samsung in leggero calo nel terzo quarto del 2015

L’argomento relativo al quantitativo di vendite smartphone Samsung registrato in questo 2015 è già stato trattato a più riprese, in relazione al debutto dei nuovi Galaxy S6 ed alle aspettative del brand non corrisposte in modo pieno, specie se rapportate con gli score dei modelli commercializzati lungo gli anni precedenti. Un rapporto diramato da TrendForce, società di ricerche di mercato, conferma tutte le previsioni abbozzate in questi mesi, secondo le quali il numero di vendite smartphone Samsung, relativamente all’ultimo scorcio dell’anno in corso, subirà una leggera flessione di un punto percentuale rispetto al secondo quarto del 2015.

vendite smartphone samsung

Il dato è dunque ritoccato verso il basso, specie se focalizziamo l’attenzione sul lungo periodo. Dopo l’exploit incassato qualche anno addietro, Samsung avrebbe infatti perso costantemente quote di mercato, tanto da giungere alla soglia del 24.6%, seguita a ruota da Apple con il 13.7% e Huawei con l’8.4%. Proprio il brand cinese ha dunque il merito di entrare sul podio, scalzando Xiaomi e Lenovo con una manciata di punti percentuale. Secondo TrendForce, sono proprio gli appena elencati player ad aver beneficiato, più di tutti, della crisi di Samsung, dettata da un mercato sempre più saturo e, soprattutto, da una concorrenza sempre più agguerrita per quanto riguarda la fascia più bassa, predominata da smartphone cinesi prestanti e caratterizzati da un buon margine di rapporto qualità-prezzo.

Proprio Huawei è destinata a crescere. Complice il probabile “scivolone” di Xiaomi, l’azienda che quest’anno ha avviato la collaborazione con Google per la realizzazione di uno dei due nuovi Nexus dovrebbe riuscire nel tentativo di spedire ben 100 milioni di unità in un solo anno, fregiandosi del titolo di primo produttore cinese al mondo ad aver incassato tale risultato. Nel complesso, il mercato degli smartphone è ad ogni modo cresciuto del 9% nel corso del secondo trimestre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *