Vendite tablet in diminuzione nel terzo trimestre

Che le vendite tablet non stiano facendo registrare numeri importanti – specie se paragonati a due anni fa – è oramai cosa nota ed ampiamente snocciolata in diversi articoli ed analisi di mercato. Colpa di un interesse sempre più labile dei consumatori verso un settore messo in crisi dall’avvento dei phablet divenuti oramai categoria dilagante e sempre più in auge tra i produttori, che anche quest’anno hanno copiosamente affiancato versioni più tradizionali a varianti dotate di un display più grande ed insignite della dicitura Plus (vedasi Apple e Samsung, ma anche HTC ed alcuni brand cinesi).

vendite tablet

I dati registrati dalle vendite tablet sono quindi in caduta libera, ed a riprova di ciò si può far fede all’analisi condotta dal ricercatore IDC, secondo il quale le spedizioni delle tavolette sono oramai in diminuzione da ben quattro trimestri consecutivi. Nell’arco temporale di riferimento più recente, la fetta di mercato globale dei tablet ammonta a 48.7 milioni, una diminuzione di circa il 12.6% se rapportata allo scorso anno. Persino il prodotto di riferimento, l’iPad di Apple, ha dovuto far fronte ad una flessione del 19.7% rispetto al 2014, in attesa del modello Pro chiamato dunque a rinvigorire ed invertire bruscamente la rotta.

La citazione di Apple è agevole per dimostrare come le vendite tablet siano sensibilmente diminuendo, dal momento che le tavolette del colosso di Cupertino, benché siano commercializzate in misura minore rispetto al passato, “se la passino meglio” rispetto ai competitor. Su tutti Samsung, che ha visto perdere il 17.1% delle proprie vendite tablet, ma anche Acer. In netta controtendenza Huawei e Lenovo, i cui dati sono invece caratterizzati dal segno positivo.

Vendite tablet sempre più in crisi, dicevamo, e la colpa non è chiaramente da addebitarsi soltanto all’esplosione della categoria phablet, bensì di un arrembante settore 2 in 1 predominato dalla piattaforma Windows, che offre a prezzi competitivi una esperienza versatile e sicuramente più completa, in virtù della presenza di un sistema operativo pronto all’uso a 360 gradi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *