Aggiornamento Samsung Galaxy Note 5: Marshmallow arriva per errore negli USA

Soltanto qualche ora addietro abbiamo avuto modo di approfondire le tempistiche di rilascio dell’ultima release Marshmallow sui più recenti dispositivi del colosso coreano. Parole a quanto pare al vento, giacché in data odierna un utente statunitense ha ricevuto, per errore invero, l’aggiornamento Samsung Galaxy Note 5 alla versione numero sei del robottino verde. Il dispositivo in questione è legato al carrier commerciale T-Mobile, e malgrado la roadmap ufficiale – secondo la quale sia Note 5 che Galaxy S6 EDGE Plus avrebbero ricevuto via OTA Marshmallow nel corso del mese di Dicembre – il rilascio di Android 6.0 sul primo dei due nuovi phablet a firma Samsung si è materializzato con qualche settimana d’anticipo.

A riportare la notizia è lo stesso utente, Danon Brown, che ha condiviso le proprie impressioni – condite da qualche problemino di troppo, dal momento che l’aggiornamento Samsung Galaxy Note 5 si è in realtà rivelato un errore commesso dal brand coreano, che ha inviato il firmware test e, quindi, non pienamente conforme a tutti i canoni usuali – sul forum di XDA, con l’aggiunta di alcune screenshot che ci permettono di toccare con mano le novità salienti. La build, seppur non definitiva, notificata sul device è la MRA58K.N920TUVU2DOK5, là dove le prime sei lettere vanno ad identificare una build rilasciata da Google medesima lungo il mese di Settembre.

Le novità legate all’aggiornamento Samsung Galaxy Note 5 hanno altresì convogliato in qualche affinamento estetico. La TouchWiz è stata infatti ritoccata nel suo design, com’è possibile constatare dalla presenza delle due icone delle applicazioni Fotocamera e dialer presenti adesso all’interno della schermata di blocco; immancabile anche il sistema di permessi inaugurato da Marshmallow, mentre nello switch on-off delle varie impostazioni è stata aggiunta la dicitura On, “illuminata” dall’icona blu. Vi rimandiamo alle screenshots immortalate da Brown, in attesa che l’errore commesso da parte di Samsung possa in realtà esser anticipatore di un rilascio dell’aggiornamento Samsung Galaxy Note 5 a strettissimo giro di posta. Perchè a beneficiarne, in fondo, dovrebbero esser anche gli utilizzatori di S6 EDGE Plus, l’unico recente phablet del colosso coreano commercializzato in via generale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *