Benchmark Exynos 8890 fanno registrare quota 103 mila su AnTuTu

I benchmark Exynos 8890 sono già stati molteplici nel corso di questi mesi, snocciolando di fatto le importanti capacità “balistiche” del nuovo e prestante processore proprietario a firma Samsung, in debutto sui nuovi portabandiera del brand del 2016 (leggasi Galaxy S7). Sul piano della mera forza bruta, il chipset in questione sembrerebbe non aver rivali, allorché i benchmark Exynos 8890 hanno sempre visto quest’ultimo primeggiare su tutte le proposte presenti e future dei competitors, dall’A9 di Apple fino allo Snapdragon 820, che pure sarà equipaggiato all’interno delle versioni di Galaxy S7 Flat ed EDGE commercializzate lungo il territorio cinese e statunitense.

Benchmark Exynos 8890

Nuove e dubbie indiscrezioni sarebbero ancora tornate sull’argomento, accendendo di fatto la sfida a suon di benchmark tra il più recente Exynos di Samsung e la CPU a firma Huawei equipaggiata all’interno dell’appena presentato Mate 8. Sottolineamo l’accezione dubbia, giacché seppure in presenza di una immagine, la notizia suona in modo singolare e le informazioni centellinate dalla fonte vanno in discrepanza con quanto chiaccherato finora. Ebbene, dai nuovi benchmark Exynos 8890 si evincerebbe che il processore in questione sia riuscito a sfondare la soglia dei 100 mila punti su AnTuTu (per la precisione 103692), registrando di fatto un primato importante per quel che concerne il segmento dei chipset mobili.

Fin qui nulla di strano, se non fosse che Kirin 950, nuovissimo e fiammante processore di Huawei, sia “fermo”, screenshot alla mano, a 65179 punti. Possibile che la CPU proprietaria di Samsung sia così avanti nello sviluppo? A far sorgere dubbi in merito alla veridicità della fonte è la dicitura apposta sull’immagine “incriminata”: SM-G9300, sigla che dovrebbe in via teoria rappresentare Galaxy S7 in versione Exynos ma che, di fatto, è in netto contrasto con quella ampiamente chiaccherata dalle scorse indiscrezioni.

Il numero in questione dovrebbe infatti caratterizzare la variante cinese di S7, che però sappiamo esser equipaggiata dallo Snapdragon 820 piuttosto che dall’Exynos 8890. Insomma, tanti rimandi che smontano di fatto il primato registrato dagli ultimi benchmark Exynos 8890, sebbene una cosa sia certa ed acclarata anche mettendo da parte meri numeri: il processore proprietario di Galaxy S7 sarà potente. E  su questo, banalità a parte, non vi è dubbio alcuno…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *