Blocco Facebook: i Governi che lo applicano

Quali sono i Paesi all’interno dei quali viene, in un modo o nell’altro, applicato il Blocco Facebook ai contenuti visibili? Secondo l’ultimo report diffuso proprio dall’azienda in molti Stati si possono evidenziare dei filtri nella possibilità di accedere a ciò che il social network intende mostrare ai propri utenti.

Blocco Facebook

Per la compilazione di questo rapporto sono state prese in considerazione 93 nazioni, analizzate nel periodo che è intercorso tra Gennaio e Giugno del 2015. E’ risultato come gli Stati Uniti si ritrovino al top nella richiesta nei confronti di Facebook relativa alla gestione dei dati dei propri iscritti, con alcune richieste di Blocco Facebook riferite sia alla diffusione dei dati, sia ad alcuni contenuti presenti nel sito internet.

Per gli USA le richieste sono state più di 26 mila, ma Facebook avrebbe risposto solo a 17 mila di queste. India e Regno Unito si trovano rispettivamente al secondo e al terzo posto di questa classifica, con seimila richieste, nel primo caso, e quattromila nel secondo.

L’India si trova anche al top della classifica di quei Governi che si sono occupati di applicare, in un modo più o meno ampio, un Blocco Facebook ai contenuti diffusi tra gli utenti nel proprio territorio, con ben 15 mila post che sono stati ridotti in quanto ad accessibilità. La Turchia si ritrova qui al secondo posto, con il totale di 4.496 post.

Il Blocco Facebook è stato sempre più applicato, con un aumento totale che è giunto al 112% durante il periodo sopra menzionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *