Boicottare Apple Pay? In Australia è possibile?

Boicottare Apple Pay? In Australia è possibile. Sono passati solo pochi giorni dall’attivazione ufficiale del servizio Apple Pay in territorio australiano e già si presentano i primi problemi.

boicottare Apple Pay

A quanto pare le banche australiane hanno deciso di boicottare Apple Pay, mettendo in grande difficoltà l’azienda e i politici locali, che si sono visti costretti ad aprire un’indagine antitrust per capire bene cosa sta realmente accadendo.

Perchè boicottare Apple Pay? Secondo alcune indiscrezioni circolanti in questi giorni, le banche australiane si rifiutano di adottare le commissioni troppo alte stabilite dall’azienda Apple.

Boicottare Apple Pay si traduce cosi in un attacco alle politiche di marketing dell’Apple. Apple chiede 15 centesimi per ogni 100 dollari di transizione: standard in linea con la realtà statunitense dove le banche percepiscono 1 dollaro ogni 100, ma non con la realtà australiana dove invece percepiscono solo 50 centesimi.

Ma non dovrebbe essere una decisione che spetta solo all’utente quella di boicottare Apple Pay, qualora non lo trovi corretto e adatto? In attesa di nuovi sviluppi della situazione, la Reserve Bank intraprende un’indagine a tal proposito.

È necessario capire bene la posizione assunta dalle banche in Australia per assicurarsi del fatto che esse non stiano adottando un atteggiamento anti- concorrenziale, negando la possibilità di metodi di pagamento alternativi ai propri utenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *