Emoji “Lacrime di gioia” nominata parola dell’anno

Che un’Emoji potesse essere annoverata tra le parole dell’anno dall’Università di Oxford non poteva aspettarselo nessuno. In particolare, visto che, teoricamente, non si tratta di una parola.

Emoji

L’Emoji che ha conquistato quella che potrebbe essere definita l’Accademia della Crusca straniera è stata quella denominata “Tears of Joy” ovvero “Lacrime di gioia” in italiano.

Ma quali sono le motivazioni che si trovano alla base di questa decisione? I curatori del dizionario di Oxford hanno indicato come questa emoticon riflette al meglio le emozioni, le preoccupazioni e, in generale, l’umore di questo 2015.

Anche se le Emoji sono state utilizzate sin dagli anni Novanta, esse hanno conquistato gli utenti di recente, e sono diventate praticamente dei sostituti della comunicazione non solo verbale, ma anche scritta. Rendono, infatti, spesso le parole come superflue.

Questa emoticon, in particolare, è stata utilizzata nel 20% dei casi totali in Gran Bretagna e nel 17% negli Stati Uniti.

Quali sono le altre parole che sono state approvate da Oxford quest’anno?

Fleek: Una parola che appartiene allo slang e che significa “Perfetto”.

Lumbersexual: Si riferisce ad un uomo che ha uno stile nel vestire e un’apparenza (per la barba lunga e le camicie da boscaiolo) che lo fanno identificare come una persona che vive molto all’aria aperta.

Dark Web: Si riferisce alla parte del web che è accessibile solo mediante l’utilizzo di specifici software e che rimane oscurata ai più.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *