Gli smartphone Apple detengono il 94% dei profitti del mercato dei devices

Gli smartphone Apple detengono il 94% dei profitti che il mercato smartphone è riuscito ad ingrossare lungo il periodo di riferimento del terzo trimestre 2015. Soglia indubbiamente importante, che segna tra le altre cose un aumento di due punti percentuali rispetto all’analisi condotta in precedenza. Sono parole e musica di Canaccord Genuity, nella cui analisi si evince come gli smartphone Apple, pur partendo da uno share del 14.5% – tradotto in una quota di 48 milioni di dispositivi smerciati – registrato in via generale, riescono a primeggiare sulla concorrenza. Soltanto un anno addietro, gli smartphone contrassegnati dalla mela morsicata raggiungevano quota 85%.

smartphone Apple

Staccata di tre punti, Samsung si piazza al secondo posto della speciale graduatoria con un risultato dell’11%, dato in flessione rispetto al 15% scorso. Il colosso coreano ha ottenuto il 24.5% di smartphone smerciati nel trimestre, un dato inusuale se rapportato al suo secondo posto ed al 14.5% di Apple. La motivazione di questa stortura è legata ai prezzi medi di vendita degli smartphone Apple, che riescono ad essere ancorati al valore di 680 dollari e primeggiare sui corrispondenti flagship coreani, “abbandonati” alla soglia di 180 dollari. Entrambe le aziende sfondano comunque la soglia del 100%, specie se in rapporto ad altri produttori che in questo terzo trimestre del 2015 hanno dovuto far fronte a perdite piuttosto che utili, come HTC, Lenovo, BlackBerry e Sony.

Lo scores agguantato dagli smartphone Apple è dunque di non poco rilievo, e visto il numero elevato sarà arduo riuscire a bissare, anche per il prossimo anno, un quantitativo di tale dimensione. Ad iPhone 6S e 6S Plus viene affidato così il compito di tener testa agli apprezzati e vincenti modelli di generazione precedente.

FONTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *