Google Maps chiede aiuto alla nobiltà

Google Maps è da tempo una piattaforma grazie alla quale gli utenti possono scoprire nuove strade, ma anche un sistema attraverso il quale visualizzare, senza muoversi da casa, i maggiori monumenti del mondo.

Google Maps

Tuttavia, sembra che qualche meraviglia mondiale sia ancora off limits per il colosso informatico, che ha deciso di chiedere aiuto a chi, sicuramente, avrà una potere “contrattuale” maggiore e potrà concedere qualche spazio in più a Google.

Infatti, un esempio è costituito da alcuni siti storici presenti in Giordania, tra i quali si annovera anche l’antica città di Petra, riconosciuta come parte del patrimonio mondiale anche dall’UNESCO.

Per riuscire ad ottenere delle buone immagini di quest’area, Google Maps ha richiesto l’aiuto dell’eminente regina Rania di Giordania. Infatti, la regina si è sempre occupata di promuovere il turismo nel suo territorio, ed è anche sempre stata interessata alla tecnologia ed alle proposte provenienti dallo stesso Google.

Grazie all’aiuto della regina, Google Maps ha potuto poi dotare i propri inviati di uno speciale zaino da trekking, grazie al quale poter riprendere delle immagini a 360 gradi di questi siti presenti in Giordania. Le immagini sono state, poi, sistemate e sono stati eliminati i turisti presenti in esse.

La stessa Rania ha apprezzato questa iniziativa, indicando come sia un modo per promuovere il territorio e andare oltre le cattive notizie che spesso hanno connotato il suo Stato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *