LG Nuclun 2, cambio di programma: il patner sarà TMSC?

Imparare dagli errori commessi e ripartire con ancor più forza. E’ questo il leitmotive di LG Nuclun 2, il chipset proprietario sul quale l’azienda risiedente a Seoul starebbe cercando di convogliare tutti i propri sforzi al fine di entrare “a gamba tesa” dentro un particolare mercato dominato da Qualcomm, Samsung, MediaTek e Huawei. Il modello di precedente generazione, il primo a sancire l’approdo di LG all’interno del segmento processori, è inciampato in taluni problemi di surriscaldamento, costringendo il brand coreano a rimboccarsi le maniche ed abbandonare, seppur non integralmente, l’ambizioso progetto.

LG Nuclun 2

I tempi sembrano esser tuttavia maturi ed LG Nuclun 2, già caldeggiato in rete con le prime indiscrezioni, sarebbe pronto a tornare prepotentemente sul mercato. A detta di un report delle scorse settimane, il nuovo socket a firma LG archivierà in modo definitivo tutti i problemi patiti dal modello precedente e, per l’occasione, l’azienda coreana avrebbe chiesto aiuto a due leader del settore, quali Intel e TSMC. Il progetto avanzato dal primo dei due patner offrirebbe prestazioni migliori – anche rapportate alla concorrenza, come l’A9 di Apple – eppure non sarà Intel a produrre LG Nuclun 2, dopotutto.

Una fonte circolata in queste ore sosterrebbe infatti che il nuovo chipset di LG sarà prodotto da TSMC ed a riprova di ciò viene fatta – invero parzialmente – maggiore chiarezza su questa scelta: ad Intel si addebiterebbe una scarsa capacità di produzione, ragion per cui l’azienda coreana avrebbe prontamente ripiegato sul brand già impegnato, tra gli altri, alla realizzazione dei processori di Apple. Verità o meno, l’indiscrezione odierna rimescola le carte ad uno scenario finora abbastanza indirizzato, allorché soltanto una settimana addietro si considerava come ufficiosa la collaborazione tra LG ed Intel per la produzione di LG Nuclun 2.

I dettagli circa ciò che caratterizzerà il detto chipset restano ancora ancorati ad i precedenti rumors. In particolare, la proposta di TMSC dovrebbe vertere su un processo produttivo a 16 nanometri FinFET con frequenza di clock pari a 2.1Ghz, elementi che fanno da contraltare alla versione ideata da Intel e realizzata con processo produttivo a 14nm FinFET con clock ad 1.8Ghz. LG Nuclun 2 sarebbe comunque basato sull’architettura big.LITTLE con quattro core Cortex-A53 e quattro Cortex-A72, affiancati ad un modem Intel (XMM 7360 LTE Cat.10).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *