Processore Sony in arrivo? No, secondo il CEO Kazuo Hirai

A smentire le voci – invero flebili – della messa a punto di un processore Sony da impiegare sui prossimi smartphone del colosso nipponico è lo stesso Amministratore Delegato dell’azienda, Kazuo Hirai, che nel corso di una intervista pubblicata su un quotidiano asiatico ha fortemente smentito una detta evenienza. Una notizia circolata in rete qualche giorno addietro, in virtù di una indiscrezione lanciata da DigiTimes e prontamente smentita dai vertici del brand: niente processore Sony sui dispositivi in debutto nel 2016, con buona pace dei competitors che stanno affollando il mercato dei chipset come Samsung, Qualcomm, Huawei e MediaTek.

Processore Sony

Hirai ha altresì precisato che Sony non è in procinto di vendere la divisione mobile, una ulteriore conferma dopo le parole del Direttore Generale di Sony Mobile Taiwan pronunciate qualche giorno addietro ed in risposta all’articolo del mese scorso pubblicato dal Wall Street Journal, secondo il quale l’azienda starebbe ponderando “l’exit” sul mercato a seguito dei risultati finanziari precari.

Sony Mobile Communication, la divisione tecnologica che è responsabile per smartphone e tablet, è infatti l’unico ramo del colosso nipponico ad aver registrato il segno meno relativamente al terzo trimestre del 2015. La perdita operativa è pari a 172 milioni di dollari, soglia notevole ma comunque inferiore se rapportata ai trimestri precedenti. L’azienda è al lavoro per risollevare il proprio momento, ed in questo percorso di abbattimento dei costi di produzione non v’è quindi spazio ad un processore Sony che possa caratterizzare la prossima line-up del brand. Almeno per il momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *