Smartphone Huawei ancora in crescita in Europa secondo dati Kantar

Gli smartphone Huawei stanno raggranellando un buon successo in via generale e gli ultimi dati Kansas relativi al mese di Settembre vanno in questa direzione. Una crescita costante e continua, che ha portato il brand cinese ad occupare la seconda piazza tra i dispositivi Android dopo aver centrato il sesto posto soltanto a distanza di un anno. HTC, Sony e Motorola sono state dunque scalzate nella speciale graduatoria di commercializzazione degli smartphone Android in Europa, mentre sul fronte iOS si segnala un incremento nel Regno Unito delle vendite degli iPhone, che hanno rosicchiato altri otto punti percentuale ad Android, ancora in testa con il 51.4%. Relativamente al detto territorio, sono Samsung ed LG a far da padrone assoluto, con quote rispettivamente pari al 53% e 9% (per LG si tratta di un piccolo passo in avanti dopo il 6% toccato lo scorso anno).

Smartphone Huawei

Gli smartphone Huawei stanno dunque marciando speditamente e l’inaugurazione del primo Nexus in collaborazione con Google potrebbe giocoforza incassare ulteriori apprezzamenti e consensi in altri territori, su tutti gli Stati Uniti là dove le vendite dei nuovi iPhone 6S e 6S Plus non hanno toccato le cifre record vantate dai modelli di generazione precedente e con Android ancora predominante rispetto ad iOS (65.9% contro i 29.2%). Gli smartphone Huawei hanno tuttavia avuto il pregio di superare Xiaomi ed Apple in Cina ed a capeggiare la speciale classifica. Restando ancora un attimo sul detto territorio, si segnala invece l’esplosione di successo raccolta da Windows Phone, la cui crescita del 3% va a soppiantare il misero 0.4% raggranellato nel 2014.

Spostando l’attenzione sulla piattaforma di Microsoft, resta ancora importante l’attenzione verso i dispositivi del colosso di Redmond in alcune parti d’Europa, come Italia e Francia, che vantano il medesimo share (12%) e, soprattutto nel belpaese, la seconda piazza se rapportata ad Android (ancora dominante al 76.4%, dato in crescita rispetto allo scorso anno) ed iOS, fermo al palo al terzo posto con il 10% ed una piccola flessione (-0.4%) se rapportata al 2014.

FONTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *