Attacchi Hacker: i bambini sempre più a rischio

Che gli Attacchi Hacker siano potenzialmente in grado di mettere in pericolo i nostri dati personali è ormai noto, ma ora sembra anche che siano i più piccoli a rischiare maggiormente.

Attacchi Hacker

All’interno del rapporto dell’azienda VTech, che produce articoli elettronici per i più piccoli, si legge come gli interventi dei pirati del web abbiano toccato anche i bambini. In particolare, si tratta della violazione di 5 milioni di account, tra i quali si annoverano 200 mila account appartenenti ai più piccoli.

La notizia di questi ultimi Attacchi Hacker è recente e gli stessi sarebbero stati riconosciuti dall’azienda lo scorso venerdì, a seguito di alcune news diffuse da altre fonti.

La risposta della VTech è stata, dapprima, volta a rassicurare che i dati finanziari degli utenti non sarebbero stati compromessi. Ma si tratterebbe di problematiche che, invece, riguarderebbero il sistema chiamato Kid Connect, che consente, proprio tramite i dispositivi prodotti dall’azienda, di mettere in comunicazione bambini e genitori.

Gli Attacchi Hacker avrebbero, quindi, compromesso la sicurezza di tali comunicazioni, esponendo ai pirati informatici foto, logs e messaggi inviati dai più piccoli alle famiglie, e viceversa.

L’azienda si è occupata immediatamente di chiuere i portali dedicati ai bambini, e le relative app, ma sembra che ormai il danno sia stato fatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *