Opinioni Apple Watch al vaglio in un test campione di 330 “insoddisfatti”

A far da contraltare ai meri dati di vendite diffusi soltanto qualche giorno addietro è una analisi volta ad accertare le opinioni Apple Watch tra un campione di 330 possessori la cui aspettativa verso il primo indossabile del brand di Cupertino si è detta disattesa. Una porzione d’utenza, quella presa come parametro di riferimento, sicuramente ben esigua rispetto ai 12 milioni di consumatori che hanno scelto Apple Watch come proprio smartwatch personale, ma che ci permette di scandagliare nel dettaglio quali potrebbero esser i frangenti più precari e da migliorare, secondo l’esperienza di qualcuno, con il modello di generazione successiva.

opinioni apple watch

Dei 330 insoddisfatti, il 55% ha deciso di tenere con sé il prodotto in questione per due o più settimane al fine di stilare opinioni Apple Watch più approfondite. Nel novero di questi, il 17% si è reso conto dopo pochi giorni che lo smartwatch non era affine con le proprie esigenze ed aspettative, mentre il 28% ha preferito attender due settimane prima di pronunciarsi circa la sua utilità. Focalizzando l’attenzione su quest’ultimi, il 65% ha poi scelto di riporre nel cassetto l’indossabile con a bordo watchOS senza troppi ripensamenti. Ma quali sono in concreto le opinioni Apple Watch di chi non ha trovato compiacimento con il suo utilizzo?

Innanzitutto l’inutilità (riscontrata dall’89% dei 330 “insoddisfatti”), specie se rapportata al prezzo di listino; troviamo poi una scarsa durata della batteria (secondo il 59%), un software non proprio scattante (a detta del 67%) e, più in generale, una funzionalità ritenuta troppo complicata dal 51% degli appagati. Dei 330 scontenti, soltanto il 19% ha inoltre scelto di tenerlo ancora con sé e di utilizzarlo in modo frammentato e discontinuo, mentre il 33% degli intervistati non ha perso tempo a vendere il prodotto per non depauperare il proprio investimento.

Ma la cosa più interessante è che il 41% dei 330 utenti avrebbe comunque detto di esser pronta a prendere in considerazione l’acquisto del modello di generazione successiva. Vedremo a questo punto se Apple Watch 2, già protagonista di alcune indiscrezioni, riuscirà a correggere il tiro e far breccia anche nei riguardi degli utenti più esigenti e diffidenti che, analisi in questione alla mano, non hanno trovato beneficio od utilità alcuna dall’indossabile di Cupertino, che in questi giorni sta comunque continuando la propria “ruspante” crescita in fatto di vendite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *