Video Recensione Asus Vivo PC – Mini PC con Windows 8.1

Video Recensione Asus Vivo PC: Oggi recensiamo Asus VivoPC , un mini pc con Windows 8.1 che non fa di compattezza e portabilità i suoi punti di forza. La versione da me testata è la VM42, una delle meno performanti , ma ci soffermeremo anche sull’analisi generale del prodotto oltre che sulle prestazioni dell’esemplare in prova, partendo come sempre dall’aspetto tecnico.

SPECIFICHE TECNICHE & UNBOXING : 6.5

ridotte SAM_0568

Asus VivoPC arriva sul mercato italiano in diverse configurazioni. Abbiamo la versione con Intel Celereon, 500GB di HDD e 2GB di Ram, fino ad arrivare ad un Intel Core i5 con ben 4GB di Ram e 1TB di disco rigido. In confezione troviamo il cavo di alimentazione, classico di asus e le istruzioni rapide. Insomma, ce n’è per tutti i gusti e le necessità, ma credo che nel mondo dei Mini PC , le prestazioni possano facilmente passare in secondo piano. Parliamone…

HARDWARE & DESIGN : 6

Asus VivoPC ha un aspetto estetico discutibile poiché, nonostante l’elegante frame in alluminio satinato in perfetto stile Asus e il design spiovente ai bordi, non mi ha fatto una bella impressione lì, di fianco al mio monitor, dove Mac Mini e non solo, hanno fatto la loro bella figura. Non è, insomma, un grande oggetto di design, penalizzato dallo spessore e dall’evidente ingombro delle ventole inferiori.

ridotte SAM_0570Le porte del Vivo PC sono tutte sul retro, anche se avrei preferito almeno qualche USB con un’accessibilità migliore, magari sulla parte frontale. Troviamo ben 6 USB (4-3.0 / 2-2.0), 2 audio da 3.5mm separate tra microfono e uscita cuffie, 1 HDMI, 1 ETHERNET, 1 Display Port, 1 S/PDIF, 1 Slot SD e la porta AC per l’alimentazione.

 

 

 

SOFTWARE & PRESTAZIONI : 6.5

Asus Vivo PC arriva con Windows 8.1 installato che, solo per le versioni più costose è in versione Pro. Il software è tutto sommato ottimizzato bene, anche se non si può pretendere molto da un hardware di tale basicità. La navigazione web è spesso scattosa e macchinosa, specialmente con l’apertura di più di 4 o 5 tabs in contemporanea.

La scorta infinita di porte presenti su Asus Vivo PC risulta totalmente inutile con le versioni meno potenti come nel nostro caso. Non sono riuscito a connettere più di tre periferiche contemporaneamente. Una scheda audio collegata a delle casse, un HDD esterno e una stampante, oltre a Mouse e Tastiera, hanno messo a dura prova il Vivo PC e il suo processore.

CONCLUSIONI & DESTINAZIONE D’UTILIZZO

Tirando le somme su Asus Vivo PC, se facciamo un discorso generale sul prodotto, tenendo conto anche delle configurazioni più potenti, può tranquillamente sostituirsi ad un PC Desktop casalingo con un utilizzo limitato a navigazione web e streaming video. La riproduzione video/audio con i principali servizi come Netflix o YouTube è proprio la destinazione d’utilizzo che mi sento di consigliare per le versioni meno performanti, che non possono permettersi nulla in più, rispetto ai principali TV-Box, nonostante si tratta di segmenti in teoria distinti. Non pensate di acquistare un prodotto da utilizzare come computer principale su cui caricare e scaricare file, piuttosto che effettuare operazioni di editing o di gaming, sconsigliati anche con le versioni più costose.

L’Asus Vivo PC da noi provato, con Intel Celereon, 2GB di Ram e 500GB di HDD è in vendita ad un prezzo di 299 euro QUI su Amazon con tutta la gamma. C’è anche una versione al costo di 199 euro, da evitare assolutamente, fino ad arrivare agli Intel Core i3 e i5, che raggiungono anche i 608 euro per avere 1TB e 4GB di Ram. Restate connessi sul sito. Ci saranno altri prodotti del genere in prova e potremmo farci un’idea riguardo l’emergente e già quasi saturo mercato dei Mini PC Windows.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *