Whatsbot ha vita breve su Whatsapp

Whatsbot ha vita breve su Whatsapp. E pensare che solo pochi giorni fa era stato annunciata la disponibilità di Whatsbot, il primo assistente personale di Whatsapp.

Si tratta di un bot di scansione in grado di registrare la posizione geografica condivisa in un gruppo di chat. In questo modo Whatsbot suggerisce il punto d’incontro più vicino per i componenti del gruppo.

Whatsbot

A voler usare semplici parole, questo assistente personale si inserisce in una chat di gruppo quasi come se fosse parte integrante di essa, o un normale partecipante: insomma un assistente personale vero e proprio.

Ma l’esperienza passata ci insegna che Whatsapp non vede di buon occhio le applicazioni sviluppate da terze parti, tanto da non tollerarle affatto. E cosi, in men che non si dica, Whatsapp ha vietato l’uso di Whatsbot.

Una decisione che fa discutere parecchio e che lascia un pò senza parole gli utenti di tutto il mondo. Nonostante questo, Whatsapp non sembra aver intenzione di ritrattare la sua posizione o la sua idea, anzi, se possibile, la rafforza ancora di più: verranno infatti bloccati tutti i numeri inseriti per utilizzare l’assistente.

Chissà per quanto tempo Whatsbot sarà bandito da Whatsapp o se ben presto qualcosa cambierà e delle prese di posizioni verranno meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *