IDC svela i risultati delle vendite smartphone del 2015

La “International Data Corporation” (IDC) ha appena annunciato i dati delle vendite di smarphone nel quarto trimestre del 2015 e i dati di mercato per il 2015 nel complesso. I risultati divulgati parlano chiaro e confermano ai primi posti rispettivamente Samsung ed Apple, con una crescita considerevole del colosso sudcoreano, ed una decisamente più esigua della casa di Cupertino, rispetto allo scorso anno.

Come si può vedere dai dati, Huawei è cresciuta del 37% rispetto allo stesso periodo del 2014 e si posiziona al terzo posto, alle calcagna di Apple. Tanto di cappello anche a Xiaomi che è riuscita ad accaparrarsi il quinto posto, con un discreto margine da LG che si posiziona sesta in classifica; la casa cinese ha avuto una crescita del 10% rispetto allo scorso anno, grazie anche all’espansione dei suoi prodotti nel mercato degli USA.

IDC

Lenovo, dal suo canto, ha registrato una crescita considerevole pari al 43,6% rispetto all’anno precedente, ma l’acquisizione di Motorola ha affondato il brand che ha registrato, in totale, un calo del 18,1% delle vendite rispetto al quarto trimestre 2014. In sintesi, Apple rappresenta il dato più allarmante, con un rallentamento delle vendite di iPhone. L’IDC segnala questo “calo”, imputando al colosso di Cupertino una crescita dello 0,4% rispetto al 2014. Nonostante ciò, il nome e il seguito che continua ad avere Apple tutt’oggi le garantiscono ancora la seconda posizione.
Infine, confrontando le cifre per il 2015 nel suo insieme, i primi cinque produttori restano i medesimi, e Huawei conferma ancora una volta di aver compiuto dei passi da gigante con una crescita del 44,3%, rispetto a tutto il 2014, catalogandosi come campione in assoluto, in termini di crescita dell’azienda stessa. Per quanto riguarda Apple, l’azienda è comunque riuscita a totalizzare una crescita del 20,2% rispetto al 2014, mentre Samsung è cresciuta solo del 2,1% rispetto all’anno precedente.

IDC

Miglior Prezzo sul Web: 788,13 euro da Amazon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *