Design Samsung Galaxy S7 curvo anche ai bordi del posteriore

Ultime ed importanti informazioni relativamente al design Samsung Galaxy S7, già abbozzato in modo sommario attraverso render e, soprattutto, custodie ufficiali svelate già da qualche mese. E così, dopo aver chiarito le linee portanti della parte frontale del portabandiera coreano, atteso il 21 Febbraio prossimo a ridosso del Mobile World Congress 2016 di Barcellona, è tempo di focalizzare l’attenzione sui restanti dettagli.

Primo tra tutti, il design Samsung Galaxy S7 ricalcherà posteriormente il lavoro orchestrato su Note 5, impreziosito di una curvatura laterale capace, secondo il pensiero degli ingegneri, di accrescere e mantener salda la presa dello smartphone. Una idea dunque plasmata ed alla base del Galaxy S di settima generazione, ancorché affinata ed evoluta rispetto al phablet dotato di S-Pen e presentato lo scorso Agosto: grazie ad alcune immagini divulgate dal “solito” @OnLeaks (e presenti in calce all’articolo), le linee curve verranno infatti riservate anche ai bordi superiori ed inferiori del dispositivo in questione, al fine di dar ulteriore uniformità all’intero design Samsung Galaxy S7.

Design Samsung Galaxy S7

Focalizzando ancora l’attenzione alla parte posteriore, è invece possibile notare alcune affinità con la più recente gamma “A” 2016, dal momento che la sporgenza della fotocamera è stata dimezzata rispetto al portabandiera in commercio (0.8 millimetri, contro i 1.7 millimetri di Galaxy S6). Dal modello di fascia media è stato altresì preso in prestito il vetro 2.5D posto nella parte frontale, altro elemento di differenziazione se rapportato allo smartphone di generazione precedente,

Insomma, il design Samsung Galaxy S7 sarà un vero e proprio condensato di affinamenti al lavoro orchestrato da un anno a questa parte, là dove il colosso coreano si è distinto per aver impiegato materiali premium e sicuramente più ricercati. Non resta adesso che attender la presentazione ufficiale, certi tuttavia che le di novità rilevanti ce ne saranno ben poche, visto il tumultuarsi di indiscrezioni degli ultimi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *